Skip Navigation Links
Prima Pagina
Busto Arsizio
Valle Olona
Circondario
Lettere in Redazione
Skip Navigation Links
Cronaca
Politica e Società
Avvenimenti e Cultura
Imprese e lavoroExpand Imprese e lavoro
Sport
Skip Navigation Links
GMC News
Premio LetterarioExpand Premio Letterario
Skip Navigation Links
Commenta l'articolo
Archivio
Stampa
Cerca su l'Inform@zione:  
Aziende eccellenti  
Skip Navigation Links
Tutte
A
B
C
D
E
F
G
H
I
J
K
L
M
N
O
P
Q
R
S
T
U
V
W
X
Y
Z
TMR Cederna Fodere - Samarate
A lezione di “made in Italy” per vincere le sfide del futuro
La provincia di Varese continua ad essere una delle aree più industrializzate della Lombardia che, come è noto, è a sua volta la regione maggiormente industrializzata d’Italia. In particolare, il settore tessile ha rappresentato e rappresenta tuttora un pezzo importante, anzi, strategico, della tradizione manifatturiera varesotta. Conoscere le proprie origini, capire quali siano le “radici profonde” del “saper fare” è quindi importane se si vuole affrontare il futuro con delle ragionevoli probabilità di successo. Soprattutto quando si è giovani. Ѐ completamente d’accordo Raffaella Prestinoni, consulente commerciale della TMR Cederna di Samarate (stabilimento di tessitura operativo a Cimbro di Vergiate): “Lo sforzo è far capire ai ragazzi – dice -  che la filiera tessile è enorme: non ci sono solo le grandi campagne pubblicitarie e i prodotti in negozio”. Il rapporto di collaborazione/conoscenza fra il mondo delle imprese e quello della scuola è cruciale per preparare al meglio le “menti d’opera” del futuro. Il vero fattore competitivo (insieme con l’innovazione di processo e di prodotto) è e rimane – oggi più di ieri e meno di domani – il cosiddetto “capitale umano”.
 
Ѐ stato questo lo spirito che ha connotato la visita degli studenti dell’Istituto “Tosi” di Busto Arsizio all’interno della TMR Cederna, azienda ultracentenaria specializzata nella realizzazione di fodere in fibre artificiali di pregio per l’abbigliamento.
L’Istituto bustocco ha avviato un corso post-maturità di Istruzione e Formazione Tecnica Superiore (corso IFTS) promosso da una rete di soggetti che fanno capo alla Fondazione ITSCOSMO - Nuove Tecnologie per il Made in Italy, Comparto Moda – Calzatura” costituita nel 2010, che vede il coinvolgimento di istituti, realtà formative, imprese e  il sostegno dell'Unione Industriali varesina. Un’esperienza formativa inedita che si prefigge di “accompagnare” gli studenti alla scoperta del settore tessile, con l’aggiunta fondamentale di uno stage aziendale. Conoscere “dal vivo” le realtà manifatturiere, visitare gli stabilimenti produttivi  del comparto merceologico è parte fondamentale di questo “viaggio” all’interno delle aziende industriali del territorio.
 
Da Samarate a Cimbro di Vergiate, il “percorso formativo” degli studenti dell’Istituto “Tosi” (che si concluderà, per due di loro, con uno stage) ha potuto contare sull’intervento di Pier Giorgio Ghirardi, presidente del Consiglio d’Amministrazione della società e  “memoria storica” dell'impresa e su quelli di Marco Rizzi, responsabile delle Risorse Umane, e di Gianluigi Pagliarin, responsabile di stabilimento. Le giovani “menti d’opera” hanno potuto così accostarsi ad una nicchia pregiata del made in Italy, all’interno della quale vengono prodotte eleganti giacche alla moda foderate con preziosi e morbidi materiali.
“Abbiamo cercato di trasmettere agli studenti – sostengono in azienda – il senso delle nuove sfide per il futuro e la nostra volontà precisa di proseguire con una produzione made in Italy e di investire in tecnologia per mantenere un prodotto unico e di preziosa nicchia”.
 
Insomma, radici profonde e moderne visioni.
“Ѐ inevitabile – precisa Pier Giorgio Ghirardi – che oggi si debbano cogliere nuove sfide. La storia del nostro marchio, dalla vendita al dettaglio alla globalizzazione, è un percorso di cambiamento: prima c'era solo il made in Italy, oggi la bassa percezione del consumatore del rapporto qualità-prezzo ci impone delle sfide anche difficili ma noi puntiamo sui nostri valori e sul radicamento. Per questo – aggiunge l’ad della società -  abbiamo mantenuto la nostra attività qui, con gli stabilimenti di Cimbro e Samarate in provincia di Varese e la nobilitazione a Milano Gratosoglio”.
L’importante è riuscire a trasmettere questo formidabile  patrimonio di professionalità e di creatività ai giovani.
 
“L'azienda crede nei giovani e nella sostenibilità ampiamente intesa - osserva Marco Rizzi - queste iniziative rivestono un’importanza fondamentale  per far capire ai ragazzi che crediamo in loro, nelle loro competenze e sensibilità. Crediamo nelle potenzialità del nostro territorio. Il tessile - sottolinea con forza Rizzi - non è affatto morto e guardiamo con fiducia al futuro. TMR fornisce le principali griffe di moda, esporta in tutto il mondo con particolare riferimento all'Europa”.
“I ragazzi – interviene Raffaella Prestinoni – hanno l'opportunità di fare un'esperienza meravigliosa sia in classe che dopo. Il mio ruolo ‘in cattedra’ è un po' questo: raccontare quello che si fa in azienda. Io chiedo loro: cosa volete sapere? E poi costruisco le lezioni ad hoc, solleticando la loro curiosità.  Quello che spero è di aver trasferito che non c'è solo la punta di un mondo ricco e variegato e che devono essere flessibili e pronti a viaggiare, in ogni senso”.
“Si tratta di un'occasione unica – conclude la professoressa Maria Rosaria Ramponi dell’Istituto “Tosi”– I ragazzi oggi non hanno la percezione della manifattura e dell'industria. Entrare in azienda e conoscere persone che vi lavorano è una scoperta. Di qui la scelta anche della docenza: la maggior parte degli insegnanti del corso sono professionisti delle imprese”.

 
Luciano Landoni
pubblicato il: 11/05/2016

TACCHI GIACOMO E FIGLI SPA - Castano Primo
Giacomo Tacchi, 65 anni, presidente della Tacchi Giacomo & Figli Spa di Castano Primo, azienda leader a livello internazionale nella progettazione e costruzione di torni orizzontali di grandi dimensioni e di foratrici per fori profondi, snocciola numeri da primato, soprattutto nel tempo della Grande Crisi...
TACCHIFICIO VILLA CORTESE Srl - Villa Cortese
“Ti ca ta tàcat i tacch, tàcum i tacch…”. Traduzione dal dialetto milanese della celebre filastrocca: “Tu che attacchi i tacchi attaccami i tacchI...”.
TECHNOSPRINGS Srl - Besnate
L’ultima indagine congiunturale della Federlombarda, relativa al quarto trimestre 2004, ha individuato una leggera crescita della produzione (+0,6%) del sistema industriale lombardo rispetto allo stesso periodo del 2003.
Tecnimed srl - Vedano Olona
Dalla produzione conto terzi di apparecchiature elettriche ed elettroniche all’invenzione e realizzazione del termometro più innovativo del mondo.
TESSILIDEA SpA - Busto Arsizio
La crisi del settore tessile-abbigliamento-moda data da ormai diversi anni. Dall’inizio del 2005, poi, con la cessazione degli accordi Multifibre, le importazioni dalla Cina sono diventate libere e i problemi per le aziende del comparto sono aumentati.
THOR SPECIALITIES Srl - Casale Litta
Investire qualche decina di milioni di Euro per realizzare la nuova sede (la cui struttura, per eleganza e funzionalità, è già finita sulle principali riviste di architettura di mezzo mondo) è già di per sé il segno più evidente di una assoluta fiducia nel futuro.
TINTORIA VIOLA Srl - Castellanza
Un fisico minuto e scattante, due occhi vivacissimi: Raffaella Viola, poco più che trentenne, è un vero e proprio concentrato di energia, con l’aggiunta di un entusiasmo contagioso.
 



Mastini biancorossi sconfitti nel big-match
BUSTO ARSIZIO - La Busto Pallanuoto Renault Paglini cede il passo allo Sport Time Osio. Dopo cinq...
Uyba impresa sfiorata: la capolista Conegliano passa al tie-break
BUSTO ARSIZIO - Una coriacea Unet Yamamay lotta fino al tie break contro la capolista Conegliano ...

www.informazioneonline.it Tutti i diritti riservati
"l'Inform@zione on line" è un marchio di GMC editore di Marcora Gianluigi & C. s.n.c. via Bellingera 4 - 21052 Busto Arsizio (VA) - Tel. +39 0331 323633 - Fax +39 0331 321300 - P.Iva/C.F. 01198110122
Reg. Tribunale di Busto Arsizio n. 02/2011 del 28.3.2011 - Direttore responsabile: Gianluigi Marcora