Skip Navigation Links
Prima Pagina
Busto Arsizio
Valle Olona
Circondario
Lettere in Redazione
Skip Navigation Links
Cronaca
Politica e Società
Avvenimenti e Cultura
Imprese e lavoroExpand Imprese e lavoro
Sport
Skip Navigation Links
GMC News
Premio LetterarioExpand Premio Letterario
Skip Navigation Links
Commenta l'articolo
Archivio
Stampa
Cerca su l'Inform@zione:  
Aziende eccellenti  
Skip Navigation Links
Tutte
A
B
C
D
E
F
G
H
I
J
K
L
M
N
O
P
Q
R
S
T
U
V
W
X
Y
Z
IMEAS SpA – Villa Cortese
Ecco come si fa a… lisciare il mercato mondiale
VILLA CORTESE - L’Industria Macchine e Attrezzature Speciali (IMEAS) nasce nel maggio 1966 ad opera di Abramo Termignone e dei fratelli Carnaghi.
“Mio nonno di parte materna, classe 1923, era un milanese doc. Il cognome gli deriva dal fatto che la famiglia da cui proveniva era nativa di Termignon, un piccolo paese della Savoia francese”, spiega Francesco Zenere.
 
Ѐ trascorso quasi mezzo secolo e oggi l’IMEAS SPA di Villa Cortese è una realtà industriale che impiega 90 persone, fattura circa 18 milioni di euro l’anno, esporta oltre il 90% della produzione e realizza macchine per la levigatura delle superfici di ogni genere e tipo: acciaio, alluminio, legno. Il nipote del fondatore, l’Ingegner Francesco Zenere, è un giovane manager di 42 anni responsabile commerciale dell’azienda di famiglia con un chiodo fisso in testa.
“Incrementare il fatturato della società!”.
Chiaro, semplice e… molto difficile con i tempi che corrono.
 
“L’importante è impegnarsi e crederci sempre. La nostra versatilità produttiva è tale che ci ha resi unici al mondo. Si parte da una tecnologia sostanzialmente semplice, che applica il principio dell’abrasione che un po’ tutti associamo alla carta vetrata, in grado di sfruttare un abrasivo flessibile che può essere applicato sulla carta, sulla tela, sul nylon  e persino sui filamenti di poliestere. Le nostre macchine vengono utilizzate per levigare pannelli in legno, piuttosto che lamiere in acciaio o superfici in plastica-gomma”.
 
Insomma, una trasversalità applicativa quasi infinita?
“Sì. Siamo i soli capaci di soddisfare le esigenze delle imprese che producono pannelli in legno; o delle acciaierie che forniscono la materia prima per fabbricare forni, frigoriferi, serbatoi; oppure ancora delle industrie del comparto aerospaziale per la lucidatura dell’alluminio. I nostri macchinari sono speciali proprio perché sono in grado di trattare il rame, l’alluminio, il titanio, l’acciaio”.
La Grande Crisi è esplosa nel 2008, ne avete sofferto? Ne state soffrendo?
“Nel 2008, 2009 e 2010 abbiamo mantenuto ordini importanti in portafoglio. L’onda della crisi ci ha colpito nel periodo 2011-2012. Siamo però riusciti a riprenderci quasi subito. Già nel 2013 abbiamo ripreso a crescere”.
 
Quali sono state le conseguenze sui livelli occupazionali?
“Noi stiamo facendo… campagna acquisti”.
Ossia?
“In sostanza, non abbiamo mai cessato di assumere. In questi ultimi mesi abbiamo assunto 2 giovani periti meccanici, dopo averli ‘ospitati’ come stagisti, poi è stata la volta di 2 ingegneri che sono finiti nell’ufficio tecnico e di altri 3 giovani inseriti nell’area produttiva. A breve assumeremo altre 2 persone per il settore commerciale. Il ricambio generazionale è fondamentale per la crescita aziendale, anche se l’attuale regime pensionistico non favorisce affatto l’ingresso dei giovani nel mondo del lavoro. C’è comunque da precisare che anche quando il lavoro c’è, non tutti lo vogliono fare”.
 
Vale a dire?
“Noi abbiamo bisogno di montatori disposti ad andare all’estero, laddove vendiamo le nostre macchine. Lei non ha idea di quanto sia difficile trovare simili figure professionali. Non tanto e non solo in merito alle competenze tecniche, quanto in rapporto all’accettazione di certi disagi che un simile impiego inevitabilmente comporta”.
Ci vuole più “educazione” al lavoro?
“Indubbiamente, collaborare con il sistema scolastico è necessario. Direi addirittura doveroso. Noi abbiamo aderito sin dall’inizio al progetto formativo Generazioned’Industria, promosso dall’Unione degli Industriali della provincia di Varese, proprio per questo motivo. Formazione e innovazione sono fra i fattori fondamentali per la crescita aziendale”.
 
In concreto, cosa significa per IMEAS puntare sull’innovazione?
“Lo scorso anno abbiamo investito mezzo milione di euro per sostituire integralmente un centro di lavoro. Mediamente, ogni anno, destiniamo alla ricerca e sviluppo almeno il 4% del fatturato. Nell’arco dei dodici mesi curiamo dai due ai quattro progetti in nuovi macchinari o in miglioramenti di macchinari già esistenti. La cosiddetta innovazione incrementale. In azienda  è operativo un laboratorio di ricerca dove lavorano un paio di persone. Mio padre Franco, classe 1942, il presidente della società, è sempre stato abituato a guardare avanti. Io la penso come lui”.

 
Luciano Landoni
pubblicato il: 16/06/2015

I PIZZAIOLI DI TRAMONTI - Busto Arsizio
Un disco di pasta, con l’aggiunta di mozzarella e pomodoro. Vale a dire la pizza. La “bandiera” della cultura gastronomica italiana nel mondo.
ICAP LEATHER CHEM SPA - Lainate
LAINATE - Il 2015 è l’anno di un doppio compleanno particolare: quello dell’Industria chimica ausiliari per pelli (Icap) e quello del suo amministratore unico Antonio Gandolfi. Nel primo caso gli anni sono 70, nel secondo 80. “L’azienda l’ha fondata mio padre Giuseppe...
ILMA PLASTICA Srl - Gavirate
Correva l’anno 1938 e a Oltrona di Gavirate, quasi in riva al lago, qualcuno aveva intuito che la plastica avrebbe rappresentato una fetta importante del futuro industriale italiano. Questo qualcuno si chiamava Antonio Caraffini e in un piccolo scantinato della sua abitazione, con un suo amico, cominciò a produrre bocchini in plastica per pipe.
IMBALLAGGI ALTO MILANESE – Busto Arsizio
È dal mese di giugno di quest’anno che la fiducia nel futuro della famiglia Bianchi, che dal 1970 “inscatola” nel legno ogni genere di prodotto industriale, si è riconfermata. La nuovissima sede aziendale, all’interno della zona industriale di Busto Arsizio, si estende per circa 14.000 metri quadri (6.000 dei quali coperti) e include i due vecchi stabilimenti produttivi di Olgiate Olona e Gorla Minore.
IMBALLAGGI ALTO MILANESE Srl - Olgiate Olona
“Io penso agli habitat naturali, penso alla cosa più importante che è... abbracciare le piante”. Recitava così una delle ultime e più belle canzoni di Giorgio Gaber: “Il potere dei più buoni”.
INNOVUUM Srl - Gallarate
Il caso e la necessità. L’incontro casuale al bar per un caffè caldo fra due vecchi amici e il desiderio impellente, da parte di uno di loro, di cambiare lavoro. La combinazione di questi due fattori ha fatto nascere, il 2 febbraio 2011, Innovuum Srl.
INTECH GROUP SpA - Busto Garolfo
L’Italia è un paese per vecchi? Sì, tanto e vero che l’età media degli italiani (43,5 anni) è tra le più elevate al mondo dopo quelle di Giappone e Germania.
IoBoscoVivo Srl - Vergiate
VERGIATE – Prendete un imprenditore (Flavio Vergani) la cui azienda (K.C.S. Srl di Vergiate) è al top tecnologico nella realizzazione di circuiti stampati e dalla coscienza talmente “verde” che più “verde” non si può, aggiungeteci la sua passione per l’ambiente e per la salute (le due cose sono strettamente collegate) e cosa ottenete? Semplice: una società agricola che si chiama IoBoscoVivo Srl.
ISAF BUS COMPONENTS SRL - Mornago
Se Karl Marx fosse ancora in vita stringerebbe calorosamente la mano a Massimo Sessa e gli farebbe pure i complimenti. Lasciare l’azienda di famiglia ai dipendenti è qualcosa certamente di sinistra, che più di sinistra non si può. “Per me – replica il diretto interessato, Massimo Sessa, settant’anni quest’anno, in concomitanza con i “primi” 50 di vita produttiva della Isaf Bus Components Srl di Mornago -, non avendo figli, si tratta di puro buon senso. Anche perché, politicamente parlando, sono sempre stato – ci tiene a precisare Sessa – e sono di destra…”
ISEF Srl - Carnago
Fra Solbiate Arno e Carnago si colloca uno dei poli nazionali dello stampaggio a caldo: uno dei settori industriali di più antica tradizione e, proprio per questo, di maggior rischio nell’attuale mercato globalizzato e iper-selettivo.
ITAL ESPANSO - Venegono Inferiore
Robin Hood, come tutti sanno, era un formidabile arciere: scoccava le sue frecce che infallibilmente centravano il bersaglio. Abilità naturale, certo, ma anche tanto esercizio e altrettanta applicazione. Insomma, il… cliente ideale della Ital Espanso (lavorazione poliuretano espanso) di Venegono Inferiore...
ITALTETTI Srl - Busto Arsizio
La fame di materie prime per alimentare il motore economico dei sistemi industrializzati è la principale caratteristica che identifica sia le cosiddette società avanzate, sia quelle in via di sviluppo.
 



Mastini biancorossi sconfitti nel big-match
BUSTO ARSIZIO - La Busto Pallanuoto Renault Paglini cede il passo allo Sport Time Osio. Dopo cinq...
Uyba impresa sfiorata: la capolista Conegliano passa al tie-break
BUSTO ARSIZIO - Una coriacea Unet Yamamay lotta fino al tie break contro la capolista Conegliano ...

www.informazioneonline.it Tutti i diritti riservati
"l'Inform@zione on line" è un marchio di GMC editore di Marcora Gianluigi & C. s.n.c. via Bellingera 4 - 21052 Busto Arsizio (VA) - Tel. +39 0331 323633 - Fax +39 0331 321300 - P.Iva/C.F. 01198110122
Reg. Tribunale di Busto Arsizio n. 02/2011 del 28.3.2011 - Direttore responsabile: Gianluigi Marcora