Skip Navigation Links
Prima Pagina
Busto Arsizio
Valle Olona
Circondario
Lettere in Redazione
Skip Navigation Links
Cronaca
Politica e Società
Avvenimenti e Cultura
Imprese e lavoroExpand Imprese e lavoro
Sport
Skip Navigation Links
GMC News
Premio LetterarioExpand Premio Letterario
Skip Navigation Links
Commenta l'articolo
Archivio
Stampa
Cerca su l'Inform@zione:  
Aziende eccellenti  
Skip Navigation Links
Tutte
A
B
C
D
E
F
G
H
I
J
K
L
M
N
O
P
Q
R
S
T
U
V
W
X
Y
Z
NTT Srl - Fagnano Olona
La produzione “intelligente” che non inquina!
Inventare significa creare qualche cosa di nuovo; però, industrialmente parlando, può anche voler dire sapere assemblare sapientemente ciò che già esiste rendendolo un mosaico di competenze e conoscenze capace di proporre soluzioni innovative, per non dire rivoluzionarie. È esattamente quello che è successo nel dicembre 2009, allorché l’ingegner Mario Borri, all’età di 67 anni, ha fondato la NTT Srl (New Tech Targets) a Fagnano Olona.

“Si è trattato - spiega - della terza azienda. La prima è stata la S.B. di Solbiate Olona, specializzata nella produzione di adesivi senza solventi per il settore calzaturiero, attualmente leader mondiale nel settore specifico; poi, nel 1991, è stata la volta della SOLTER di Busto Arsizio che produce tessuti tecnici.

Ognuna delle mie esperienze imprenditoriali, compresa quella che ho maturato nell’azienda di famiglia, il Calzaturificio Borri fondato nel 1892 e chiuso nel 1991, mi è servita per migliorare idee e tecniche produttive. Si può dire che la NTT sia il frutto di questo miglioramento continuo a tappe, che di volta in volta ha fatto tesoro delle esperienze maturate. Mi sento come un esploratore alla perenne ricerca di... nuove terre da scoprire!

L’importante - aggiunge l’ingegner Borri - è sfruttare al massimo ciò che si conosce e si sa fare, mettere insieme il tutto per raggiungere la giusta ‘massa critica’ e progettare qualcosa di nuovo”.

Così è “nata” la NTT, il cui core business è?
“L’aver approntato una nuova tecnologia per il settore della spalmatura dei tessuti che ha eliminato del tutto i solventi, vale a dire sostanze altamente inquinanti. Inoltre, con questa nuova procedura, è stato possibile ottimizzare il consumo energetico, con dei risparmi considerevoli in merito all’utilizzo dell’energia elettrica e del gas. Si deve tener presente che per far evaporare i solventi attualmente è necessario dotarsi di forni che consumano tantissima energia e disperdono nell’aria sostanze inquinanti che devono essere adeguatamente trattate. Laddove si incenerisce il solvente, inevitabilmente bisogna poi preoccuparsi del trattamento delle ceneri. Insomma, una serie di problemi complessi e costosi da risolvere. Con la nuova tecnologia la soluzione è radicale, nel senso che si eliminano i solventi”.

Quali sono i campi di applicazione?
“Questa tecnica produttiva può essere impiegata nella realizzazione di tutti quegli articoli che presuppongono la spalmatura.
Solo per fare un esempio: i rivestimenti dei sedili delle automobili. Oppure le tensostrutture o i tessuti insonorizzanti.
La tecnologia che abbiamo approntato serve anche per la produzione dei laminati senza piombo che vengono utilizzati per ‘schermare’ i camici dei medici, degli infermieri e dei pazienti proteggendoli dai raggi X. Un’altra area di applicazione è quella relativa alla fabbricazione delle barriere galleggianti che servono per arginare le chiazze di petrolio. Per non parlare della cosiddetta finta pelle che viene usata nell’arredamento, nell’abbigliamento e nel settore calzaturiero. Le applicazioni sono innumerevoli”.

Una nuova azienda dalla coscienza “verde” con delle potenzialità di sviluppo praticamente illimitate?
“Non esageriamo. Diciamo semplicemente che NTT è il frutto di una somma di competenze professionali, quelle mie e dei miei soci, che ci permettono di esplorare nuovi mercati.
Con me condividono questa... avventura imprenditoriale mia nipote Maria Vittoria che si occupa della Direzione Generale e che proviene dalla Leggiuno SpA, azienda specializzata nella produzione di tessuti per camicie, poi ci sono Adriano Moioli, Direttore Tecnico, e Patrizia Meazzi, Direttore Commerciale, entrambi della Team Coat, impresa leader nella progettazione d’impianti. Formiamo una squadra agguerrita e motivata e guardiamo con assoluta fiducia al futuro”.

Nonostante la Grande Crisi sia tutt’altro che finita?
“Guardi, i piagnistei non mi sono mai piaciuti. A 71 anni suonati mi sento ancora un... giovane imprenditore e come tale mi comporto. Parlo anche a nome dei miei collaboratori, che hanno lo stesso spirito. C’è in giro troppa mentalità assistenzialista in base alla quale è sempre lo Stato che deve provvedere. Non è vero! Ciascuno di noi si deve dar da fare! Il che non significa che fare impresa in Italia sia facile. Anzi, è sempre più difficile. Nessuno pretende degli aiuti, intendiamoci. Se almeno non venissero continuamente messi i bastoni fra le ruote a chi ha voglia di fare… Da questo punto di vista mettere in piedi NTT non è stato affatto semplice”.

In che senso?
“Glielo spiego subito. Ci siamo insediati nella zona industriale di Fagnano, eppure per avere l’allacciamento alla corrente elettrica abbiamo dovuto aspettare 8 mesi. I tecnici del gas hanno chiesto a noi dove potersi collegare con la rete.
In merito poi ai finanziamenti, non ne parliamo. Le banche appena hanno a che fare con qualcosa di nuovo si ritraggono. La Regione, al contrario, ci ha detto che il nostro progetto era poco innovativo. Aggiungiamo poi il solito carico burocratico che nel nostro Paese rappresenta una zavorra sempre più opprimente e oppressiva.
Insomma, se non avessi potuto contare sull’esperienza e sulle risorse preesistenti con tutta probabilità NTT non sarebbe mai nata. Capisco benissimo lo scoramento e la delusione di tanti giovani che sono intelligenti, preparati, competenti e non trovano, in Italia, nessuno che creda in loro! Nonostante tutto, però, non bisogna mai mollare e bisogna sempre guardare al domani con fiducia”.

A proposito di futuro, quale sarà quello di NTT?
“I primi tre anni di vita dell’azienda sono stati completamente dedicati alla ricerca e alla sperimentazione. Il nostro reparto di produzione, per ora molto piccolo, adesso è perfettamente attrezzato per realizzare dei campioni di prodotto in grado di dimostrare concretamente la validità e i vantaggi della nostra nuova tecnologia. Il nostro obiettivo, come ho già detto, è vendere appunto la tecnologia innovativa. Per quest’anno puntiamo a fatturare intorno a 1 milione e 200 mila Euro. Abbiamo in corso dei contatti molto interessanti con un pool di aziende in Belgio e con imprese del settore automotive in India. Siamo gli unici al mondo in grado di offrire questo particolare prodotto-servizio.
Nel futuro prossimo venturo l’attività imprenditoriale si svilupperà lungo due filoni ben precisi: la parte propriamente tecnologica e di progettazione che potrà occupare fino a 15 persone e quella produttiva vera e propria che darà lavoro a 20 persone. Avremo bisogno di giovani tecnicamente preparati: sia laureati che diplomati, ma anche operai specializzati.
Bisogna riscoprire la capacità di fare, agevolando il più possibile l’aggiornamento professionale e sgravandolo dalle incredibili pastoie burocratiche che lo soffocano e che rendono la vita delle aziende impossibile, oltre che estremamente onerosa. Occorre semplificare le procedure”. Che impresa, in Italia, fare impresa!
 
l’Inform@zione n. 4 del 5 aprile 2013



 
Luciano Landoni
pubblicato il: 19/07/2014

NEAR CHIMICA SpA - Legnano
In un saggio pubblicato alla fine dello scorso anno e intitolato “Il costo della democrazia” i due autori, Cesare Salvi e Massimo Villone, hanno calcolato l’onere complessivo dell’intero apparato politico nazionale - composto grosso modo da oltre 1 milione di “addetti” - e l’hanno quantificato in 3-4 miliardi di Euro all’anno.
NOVELLO Srl - Oggiona Santo Stefano
La congiuntura economica continua ad essere difficoltosa. Però, anziché perdere tempo in inutili e sterili lamentazioni, qualcuno ha deciso di sfruttare la situazione di crisi in cui si sta dibattendo il sistema produttivo come spinta per andare avanti, puntando su nuovi progetti. È la coraggiosa strategia scelta dalla Novello, impresa specializzata nella realizzazione di imballaggi in legno, e dal suo titolare, Moreno Novello.
NTT SRL – Fagnano Olona
FAGNANO OLONA – Innovare per crescere. Una formula semplice (si fa per dire) e mille volte ripetuta. Eppure una formula che non sempre dà i risultati sperati. Lo sanno bene alla NTT SRL (New Tech Targets) di Fagnano Olona, dove due “giovani imprenditori”, Mario Borri (73 anni) e Adriano Moioli (68 anni), sempre disporsi a mettersi in gioco e alla perenne ricerca di soluzioni nuove, hanno inventato una tecnologia rivoluzionaria nella nicchia specifica della spalmatura.
nuova pagina
nuova pagina
NUPI INDUSTRIE ITALIANE SPA - Busto Arsizio
BUSTO ARSIZIO - Chissà cosa sarebbe successo se alla MV Agusta di Cascina Costa avessero deciso di “promuovere” al reparto corse il giovane (17 anni) meccanico Luigi Genoni. Magari avrebbero vinto qualche campionato in più, di sicuro ci sarebbe stato un imprenditore di successo in meno. Fatto sta che il bustocco Luigi Genoni...
 



Mastini biancorossi sconfitti nel big-match
BUSTO ARSIZIO - La Busto Pallanuoto Renault Paglini cede il passo allo Sport Time Osio. Dopo cinq...
Uyba impresa sfiorata: la capolista Conegliano passa al tie-break
BUSTO ARSIZIO - Una coriacea Unet Yamamay lotta fino al tie break contro la capolista Conegliano ...

www.informazioneonline.it Tutti i diritti riservati
"l'Inform@zione on line" è un marchio di GMC editore di Marcora Gianluigi & C. s.n.c. via Bellingera 4 - 21052 Busto Arsizio (VA) - Tel. +39 0331 323633 - Fax +39 0331 321300 - P.Iva/C.F. 01198110122
Reg. Tribunale di Busto Arsizio n. 02/2011 del 28.3.2011 - Direttore responsabile: Gianluigi Marcora