Skip Navigation Links
Prima Pagina
Busto Arsizio
Valle Olona
Circondario
Lettere in Redazione
Skip Navigation Links
Cronaca
Politica e Società
Avvenimenti e Cultura
Imprese e lavoroExpand Imprese e lavoro
Sport
Skip Navigation Links
GMC News
Premio LetterarioExpand Premio Letterario
Skip Navigation Links
Commenta l'articolo
Archivio
Stampa
Cerca su l'Inform@zione:  
Aziende eccellenti  
Skip Navigation Links
Tutte
A
B
C
D
E
F
G
H
I
J
K
L
M
N
O
P
Q
R
S
T
U
V
W
X
Y
Z
ROSSI D'ANGERA Srl - Angera
La grappa “storica” si distilla in riva al lago!
La sede dell’azienda è moderna, ma il cuore è antico. Antichissimo.
La famiglia Rossi d’Angera - dal 1847 - distilla grappe pregiate per i palati esigenti e raffinati di mezzo mondo.
Arturo Rossi, imprenditore di 5° generazione, 62 anni, ci mostra lo stabilimento di distillazione collocato nell’area industriale di Angera: “Tutto cominciò dalla volontà del mio trisavolo Bernardo che nella prima metà dell’800 decise, vista l’abbondanza della materia prima, vale a dire la vinaccia derivata dalla pigiatura dell’uva, di distillare grappa. Il mio bisnonno e successivamente mio nonno proseguirono nell’attività - spiega - e la perfezionarono ulteriormente. Adesso tocca a me tenere alta la tradizione di famiglia”.
Poche parole per illustrare quasi 170 anni di storia aziendale che fanno della Rossi d’Angera Distillatori Srl una delle espressioni imprenditoriali più antiche dell’intera provincia di Varese: “culla” dell’industrializzazione italiana.
“Fino agli anni ’60 e ’70 - precisa Arturo Rossi - la viticoltura era un’attività prioritaria per il nostro territorio. C’era una buona produzione di vino nel Basso Verbano, nell’area compresa fra Clivio e Morazzone e sulle pendici delle colline novaresi. Ad Angera c’era vinaccia in abbondanza”.

E ora?
“I tempi sono cambiati, ma la nostra tradizione artigianale è rimasta intatta. Lavoriamo annualmente circa 3.000 quintali di vinaccia con una resa del 6%. Il che significa - prosegue Arturo Rossi, all’interno del laboratorio di distillazione circondato da una manciata di collaboratori - che la nostra produzione effettiva è pari a 200 ettanetri, cioè 20.000 litri di grappa a 80°. In pratica, siamo in grado di commercializzare 65.000 bottiglie all’anno.
Il 10% delle quali destinato verso i mercati esteri, prevalentemente quelli europei. Il nostro fatturato nell’arco dei dodici mesi si aggira intorno al milione di Euro”.

Producete solo grappa?
“La nostra gamma produttiva complessiva è pari a 90.000 litri che comprendono, oltre alla grappa, la liquoristica. Siamo particolarmente orgogliosi dei Luxury Spirits d’Angera: liquori che danno... vita ai colori e ai sapori delle stagioni, tipo i liquori di pesca, di ciliegie e quelli al miele. Ci sono poi gli amari, il genepi, il cedro e tanti altri. Il nostro catalogo è molto ricco”.

Qual è il segreto di una... super-grappa?
“La grappa è uno dei distillati più difficili da ottenere, durante la lavorazione occorre eliminare tante impurità. Ha il pregio di essere l’unico distillato gradevole immediatamente dopo l’elaborazione. La grappa ha un carattere ‘suo’ da subito! Non c’è bisogno di altre manipolazioni per ottenere questa o quella caratteristica come è invece necessario per gli altri liquori. La grappa tutto quello che ha dentro ce l’ha dall’origine. Distillarla è un’arte”.

La grappa “made in Italy” è un’espressione dell’eccellenza italiana?
“Certamente sì! In Italia ci sono 140 distillerie che lavorano la vinaccia derivata dalla pigiatura dell’uva. 35 fanno l’80% dell’intera produzione italiana e lavorano in continuo. Poi ci sono le piccole distillerie, come la mia, che lavorano in discontinuo e producono le grappe più profumate e più aromatiche. I tempi richiesti per simili lavorazioni sono naturalmente più lunghi di quelli necessari per le produzioni industriali. Per noi vale la... legge della poca quantità e della molta qualità. Saremo in 3 o 4 distillerie in tutta la Lombardia. In Piemonte e soprattutto nel Veneto e nel Trentino si concentrano il maggior numero di distillerie”.

Come vanno le cose nel tempo della Grande Crisi?
“Diciamo che si fa fatica a... farle andare. La nostra forza è la nostra qualità che ci permette di collocare prodotti sul mercato di un livello superiore ai prezzi adeguati. La serie Altana del Borgo, per esempio, identifica una grappa veramente unica. Il nostro è un autentico prodotto di nicchia che si rivolge a consumatori particolari. Le enoteche, per esempio. È chiaro che abbiamo dovuto allargare il raggio d’azione per sopperire al calo dei consumi del mercato interno. Abbiamo distributori in Germania, Olanda e Belgio”.

Lei rappresenta la 5ª generazione imprenditoriale della sua famiglia. La tradizione proseguirà?
“Per adesso mio figlio, laureato in ingegneria meccanica, lavora in una grande industria con sede in provincia di Varese che produce elettrodomestici. Ha trent’anni e gira il mondo. Gli ho detto che è bene che si faccia le sue esperienze professionali, dopo di che le porte dell’azienda di famiglia saranno aperte per lui. Credo molto nei giovani”.
Buona... grappa a tutti!
 
l’Inform@zioneonline - 8 febbraio 2013
 



 
Luciano Landoni
pubblicato il: 18/07/2014

RANCILIO MACCHINE PER CAFFE' SpA - Villastanza di Parabiago
“Vuole un caffè?”. Difficile dire di no, per almeno due motivi: 1) il caffè è la bevanda corroborante per eccellenza e ti tira su in un momento in cui tutto va giù; 2) la richiesta parte da Luca Rancilio, imprenditore quarantaduenne di 3° generazione, dell’omonima impresa leader mondiale nella costruzione di macchine per caffè.
RG ITALIA PRODUCTION Srl - Casorate Sempione
Dai sublimi voli poetici di Francesco Petrarca (quello delle “Chiare fresche e dolci acque…”) alle esigenze più prosaiche di Stefano Carraro e Giuseppe Ielpo (quelli della “osmosi inversa”). Soggetti molto diversi fra loro, e tuttavia accomunati da un’unica… passione: l’acqua.
RODOLFO COMERIO SRL
SOLBIATE OLONA – Non sapevano che fosse impossibile e allora l’hanno fatto; anzi, per meglio dire: si sono “rifiutati” di considerarlo inattuabile e sono stati capaci di realizzarlo. Cosa? Due mega impianti per la calandratura di film plastici che finiranno in Cina e che serviranno per produrre rivestimenti di tetti e pavimenti.
RODOLFO COMERIO SRL - Solbiate Olona
SOLBIATE OLONA – Ci sono aziende industriali talmente abituate a stabilire record produttivi che finiscono per diventare concorrenti di… se stesse. E’ il caso della Rodolfo Comerio Srl di Solbiate Olona, azienda leader mondiale nella progettazione e costruzione di impianti per la calandratura di pvc e gomma (in pratica, dalla materia prima si ricavano film dello spessore di qualche micron).
ROSSINI SpA – Rescaldina
RESCALDINA – “Sono nato in Italia e sono orgoglioso di essere italiano, ma mi sento un cittadino del mondo”, dice Felice Rossini, 71 anni, presidente della Rossini Spa di Rescaldina: due stabilimenti produttivi in Italia (Rescaldina e L’Aquila), cinque all’estero (Spagna, Romania, Brasile, Stati Uniti, India), oltre ad uffici commerciali in Germania, Francia, Inghilterra e Cina.
ROTOPRINT SOVRASTAMPA Srl - Lainate
L’attività è così particolare che non è nemmeno contemplata dalla classificazione Istat relativa ai comparti merceologici in cui è suddiviso il settore industriale. Si chiama sovrastampa e consiste nel riutilizzo-riciclaggio degli imballaggi che avvolgono i prodotti più disparati (dai biscotti al caffè, dai surgelati agli yogurt, dai tortellini al prosciutto, dai medicinali ai concimi) attraverso una tecnica mediante la quale si possono correggere errori (per esempio un codice a barre scorretto), aggiungere particolari (l’immagine di una minestra dal verde pallido che diventa brillante), creare nuovi sfondi e reinventare così l’imballaggio senza buttare via niente e senza produrre nuovi rifiuti. Risparmio e rispetto dell’ambiente: due vantaggi in un’unica soluzione.
 



Mastini biancorossi sconfitti nel big-match
BUSTO ARSIZIO - La Busto Pallanuoto Renault Paglini cede il passo allo Sport Time Osio. Dopo cinq...
Uyba impresa sfiorata: la capolista Conegliano passa al tie-break
BUSTO ARSIZIO - Una coriacea Unet Yamamay lotta fino al tie break contro la capolista Conegliano ...

www.informazioneonline.it Tutti i diritti riservati
"l'Inform@zione on line" è un marchio di GMC editore di Marcora Gianluigi & C. s.n.c. via Bellingera 4 - 21052 Busto Arsizio (VA) - Tel. +39 0331 323633 - Fax +39 0331 321300 - P.Iva/C.F. 01198110122
Reg. Tribunale di Busto Arsizio n. 02/2011 del 28.3.2011 - Direttore responsabile: Gianluigi Marcora