Skip Navigation Links
Prima Pagina
Busto Arsizio
Valle Olona
Circondario
Lettere in Redazione
Skip Navigation Links
Cronaca
Politica e Società
Avvenimenti e Cultura
Imprese e lavoroExpand Imprese e lavoro
Sport
Skip Navigation Links
GMC News
Premio LetterarioExpand Premio Letterario
Skip Navigation Links
Commenta l'articolo
Archivio
Stampa
Cerca su l'Inform@zione:  
Aziende eccellenti  
Skip Navigation Links
Tutte
A
B
C
D
E
F
G
H
I
J
K
L
M
N
O
P
Q
R
S
T
U
V
W
X
Y
Z
Magni Gyro srl - Besnate
Che bello volare con... l’autogiro!
Correva l’anno 1967 e Sean Connery, alias James Bond 007, nel film “Si vive solo due volte” (il 5° della saga dell’agente segreto più famoso del mondo) volava sopra un finto vulcano a bordo di un elicottero... tascabile dal nome suggestivo “Little Nellie”, nel tentativo di scoprire il covo segreto del suo arci-nemico: il capo supremo della Spectre Blofeld.
Le evoluzioni aeree della “Piccola Nellie” affascinarono gli spettatori dell’epoca. Uno in particolare.
“Ho avuto il piacere di conoscere il progettista e il costruttore di quell’autogiro, durante un viaggio in Inghilterra.
È stato bello incontrare un collega”.
Già, perché Vittorio Magni, 75 anni assolutamente ben portati, ha sempre avuto due grandi passioni nella sua vita: la Juventus e il volo, in particolare quello reso possibile dalla cosiddetta “ala rotante”. La stessa che permette ad un elicottero di librarsi nell’aria e, soprattutto, la stessa che consente all’autogiro (un elicottero in miniatura in grado di far volare una, massimo due persone) di svolazzare nell’aria come un gigantesco insetto meccanico.
“I miei primi rudimentali esperimenti - spiega Vittorio Magni - li ho fatti nella brughiera gallaratese, sulle vecchie piste della Caproni”.
Dopo una vita di lavoro in Agusta, azienda nella quale ha iniziato a lavorare nel 1956, e dopo numerose esperienze professionali sempre legate al mondo del volo, nel 1987 Vittorio Magni fonda la VPM Snc specializzata nella fabbricazione di ventilatori industriali e nella produzione di componentistica destinata al settore aeronautico.
“Nel 1967 - racconta Magni - avevo acquistato negli Stati Uniti i piani di costruzione dell’autogiro Bensen e così, con il bagaglio di competenze e conoscenze che ero andato maturando, ho realizzato il primo autogiro volante in Italia. È stato l’inizio di un percorso che mi ha portato dove sono ora e che, ne sono sicuro, consentirà a me e ai miei figli di andare avanti!”.
Nel 1996, infatti, la VPM si trasforma nella Magni Gyro Srl: una società che oggi occupa 15 dipendenti, fattura circa 4,5 milioni di Euro all’anno, esporta oltre il 90% del proprio fatturato ed è in grado di costruire 6/7 autogiro ogni mese.
“A tutt’oggi - dice Vittorio Magni che può contare sulla collaborazione dei suoi due figli: Pietro, 50 anni, responsabile reparto compositi e Luca, 36 anni, addetto al montaggio - ne abbiamo venduti 800 in tutto il mondo”.

Quanto costa un autogiro e chi lo compra?
“I nostri esemplari - risponde Elisabetta Rabolli che presiede l’area marketing e vendite - valgono da un minimo di 60 mila Euro a un massimo di 80.000.
La tipologia della clientela è duplice. Si va da chi vuole possedere un autogiro per soddisfare la propria voglia ludica, a chi lo utilizza per scopi molto più pratici: il monitoraggio del traffico, la sorveglianza delle foreste o dei fiumi, la fotografia aerea.
In Francia, ad esempio, l’autogiro viene utilizzato per lo spargimento di disinfestanti sulle vigne che producono lo champagne; in Sud Africa serve per tenere sotto controllo gli sterminati parchi naturali. Non dimentichiamo poi la componente sportiva: abbiamo vinto il campionato del mondo in Spagna e il pilota Claudio Italiano è riuscito a percorrere, naturalmente con un nostro autogiro, i 1.400 chilometri che separano la Sicilia dal Piemonte”.

Qual è il livello tecnologico necessario per fabbricare un autogiro?
“Stiamo parlando di un ‘prodotto’ che vola con delle persone a bordo. Occorrono massima affidabilità, assoluta sicurezza e prestazioni adeguate. Solo una tecnologia aeronautica sofisticata può garantire tutto questo. Bisogna tenere presente che la macchina più difficile da far volare è proprio l’elicottero. Tutte le componenti che noi utilizziamo sono certificate. I ‘giocattoli’ che noi vendiamo - precisa Vittorio Magni - devono soddisfare le esigenze più... esigenti”.

Per voi i mercati esteri sono molto importanti. Esattamente dove esportate?
“I primi mercati storicamente sono stati quelli dell’Inghilterra e del Sud Africa.
Poi ci siamo indirizzati verso la Francia, la Germania, gli Stati Uniti, il Canada, l’Australia.
In questi ultimi tempi - prosegue Vittorio Magni - abbiamo puntato sull’area dei cosiddetti BRIC: Brasile, Russia, India e Cina.
Tenga conto che ogni Paese ha la sua legislazione in tema di certificazione. La Grande Crisi ci ha indotto a puntare sui mercati extra europei”.
Vittorio Magni è entrato a tutti gli effetti nella storia del volo (“Nel mio piccolo” si schermisce): a Volandia, il Museo dell’Aeronautica di Somma Lombardo, è esposto l’Eligiro M3, il primo modello che ha progettato e costruito.
La piccola società di Besnate (unica in Italia nel suo genere) comprende tre reparti operativi (materiali compositi, strutture e montaggio) e il core business dell’azienda si suddivide sostanzialmente fra i modelli per il mercato amatoriale e quelli destinati a scopi più pratici (lunghi viaggi, piccoli trasporti, sorvoli per monitoraggio, trattamenti agricoli, controllo di linee telefoniche, elettriche e oleodotti).

Esiste la “ricetta” per… volare sempre più in alto?
“Sa qual è il motto della nostra azienda?”.

Ce lo dica.
“Innovare - replica Vittorio Magni - per essere innovativi. Crediamo fermamente che solo investendo nella ricerca e nello sviluppo continuo dei nostri prodotti potremo allargare ulteriormente la gamma di ‘soluzioni’ che siamo in grado di offrire”. Semplice e chiaro: Varese, la Provincia “con le ali” (comprese quelle rotanti), continua a volare alto. Alla faccia della Grande Crisi!
 
l’Inform@zione n. 7 del 28 giugno 2013


 


 
Luciano Landoni
pubblicato il: 18/07/2014

MAD COLOR GROUP - Busto Arsizio
BUSTO ARSIZIO – Lavorare divertendosi, oppure divertirsi lavorando? Chi ha la risposta giusta alzi la mano, please. Nell’attesa, vale la pena di girare la domanda a qualcuno che sembra avere le carte in regola per rispondere...
MAGNI GYRO Srl - Besnate
SOMMA LOMBARDO – Grande festa a Volandia, il museo del volo, per la presentazione del “romanzo industriale” scritto dal collega Luciano Landoni e dedicato a Vittorio Magni, l’imprenditore che ha fondato la Magni Gyro di Besnate. Una piccola azienda ultra-innovativa e specializzata nella progettazione e realizzazione degli autogiro, vale a dire degli elicotteri in miniatura monoposto e biposto.
MAP SpA - Saronno
L’industria automobilistica (dai rulli e rullini che finiscono nei motorini di avviamento delle auto alle guide lineari agli organi di trasmissione) è il “mondo” in cui si muove da quasi sessant’anni la MAP Spa di Saronno.
MARIO CAVELLI SpA - Busto Arsizio
Settore tessile uguale a settore maturo: un’espressione eufemistica per non parlare di mancanza vera e propria di reali prospettive future. Vero o falso?
MAR-ITA Snc - Busto Arsizio
La Grande Crisi continua a mordere e i segnali di ripresa continuano ad essere troppo deboli per innescare una vera e propria inversione di tendenza. “Siamo abituati alle difficoltà. Ci abbiamo fatto il callo.
MAZZUCCHELLI 1849 SpA - Castiglione Olona
Giovanni Orsi Mazzucchelli, 60 anni, presidente di Mazzucchelli 1849 Spa, imprenditore di 5° generazione, ne ha viste di tutti i colori e ne ha sentite tante e forse anche per questo ha le idee molto chiare in merito all’attuale condizione/situazione del (non)sistema Italia.
MEF SOLUTIONS - Caronno Pertusella
Le lunghe zanne e gli affilati artigli della Brutta Bestia, alias Grande Crisi, hanno lacerato e dilaniato il tessuto industriale brutalmente e ripetutamente a partire dal 2008. E continuano a farlo, basta considerare gli ultimissimi dati Istat sull’andamento dell’industria del Belpaese. Qualcuno, però, nel 2009, definito l’annus horribilis per il sistema produttivo nazionale, proprio in quell’anno ha deciso di scommetere sulla propria “fede imprenditoriale”...
MERLETT TECNOPLASTIC SPA - Daverio
DAVERIO - Flessibilità, resistenza, adattabilità e perfino qualcosa di più. Non si tratta della descrizione di un bravo manager o di un’azienda di successo, ma di un prodotto che presuppone sia il primo che la seconda...
MIC SpA - Legnano
L’importante è... pedalare! È così che si potrebbe sintetizzare l’avventura imprenditoriale di Amedeo Colombo, 69 anni, una passione sviscerata per il mondo delle due ruote (versione bicicletta) e un ottimismo contagioso che i duri colpi della Grande Crisi non hanno intaccato.
MOLINA & C. SpA - Cairate
Si dice molto spesso: “leggeri come una piuma”. Già, ma qualche volta anche la “leggerezza” può avere il suo... peso. Eccome! Ne sanno qualcosa alla Molina & C. SpA di Cairate (un’ottantina di dipendenti e un fatturato annuo di 22 milioni di Euro) dove, nell’arco dei dodici mesi, di piume ne lavorano la bellezza di 2 mila e 500 tonnellate!
Mollificio Legnanese Spa - Legnano
LEGNANO - Lo spettro della deflazione si aggira in Europa e l’intera eurozona, divisa fra i rigoristi senza se e senza ma (alla tedesca) e tutti gli altri che chiedono più investimenti e meno vincoli finanziari (all’italiana e non solo), non riesce a risollevarsi e rimane in attesa di una ripresa mille volte auspicata e non ancora trovata. “Mio padre e mio zio, insieme con tutti quelli della loro generazione...
 



Mastini biancorossi sconfitti nel big-match
BUSTO ARSIZIO - La Busto Pallanuoto Renault Paglini cede il passo allo Sport Time Osio. Dopo cinq...
Uyba impresa sfiorata: la capolista Conegliano passa al tie-break
BUSTO ARSIZIO - Una coriacea Unet Yamamay lotta fino al tie break contro la capolista Conegliano ...

www.informazioneonline.it Tutti i diritti riservati
"l'Inform@zione on line" è un marchio di GMC editore di Marcora Gianluigi & C. s.n.c. via Bellingera 4 - 21052 Busto Arsizio (VA) - Tel. +39 0331 323633 - Fax +39 0331 321300 - P.Iva/C.F. 01198110122
Reg. Tribunale di Busto Arsizio n. 02/2011 del 28.3.2011 - Direttore responsabile: Gianluigi Marcora