Skip Navigation Links
Prima Pagina
Busto Arsizio
Valle Olona
Circondario
Lettere in Redazione
Skip Navigation Links
Cronaca
Politica e Società
Avvenimenti e Cultura
Imprese e lavoroExpand Imprese e lavoro
Sport
Skip Navigation Links
GMC News
Premio LetterarioExpand Premio Letterario
Skip Navigation Links
Commenta l'articolo
Archivio
Stampa
Cerca su l'Inform@zione:  
Aziende eccellenti  
Skip Navigation Links
Tutte
A
B
C
D
E
F
G
H
I
J
K
L
M
N
O
P
Q
R
S
T
U
V
W
X
Y
Z
FNC SpA - Cislago
L’eccellenza produttiva va preparata ogni giorno
Si chiama Fabbrica Nazionale Cilindri Spa (FNC), è stata fondata nel 1927 a Milano e nel 1946, con la sede trasferita in quel di Caronno Pertusella vicino a Saronno, viene rilevata da due giovani ingegneri, Corridori e Gornati, che la trasformano in un’azienda metalmeccanica specializzata nella costruzione di macchine conto terzi (estrusori per il settore della gomma, impianti per la fabbricazione di catene).
 
Nel 1955/56, pochi anni prima del “miracolo economico”, attraverso i contatti maturati con una multinazionale americana, la FNC entra nel mondo dell’imballaggio e inizia a realizzare macchinari per imballare le merci (cibi e farmaci).
Alla fine degli anni ’80 c’è un salto di qualità e la società - al controllo della quale sono subentrati i figli di Corridori e Gornati, vale a dire Luigi Corridori (67 anni) e Franco Gornati (66 anni), entrambi amministratori delegati -  si dota di un marchio di fabbrica, Veripack, e comincia un’intensa collaborazione con una multinazionale del calibro di Tetrapak.
 
Siamo arrivati ai giorni nostri, FNC si è trasferita ancora una volta e attualmente la sua sede operativa è collocata nell’area industriale di Cislago.
 
“Ho cominciato a lavorare nell’azienda di famiglia nel 1978 – dice Luigi Corridori, laureato in Bocconi senza per questo avere la spocchia del “bocconiano doc”, che dirige l’area amministrativo-finanziaria e quella del personale – e devo dire che dopo tanto lavoro e altrettanto impegno i frutti sono arrivati. Lavoriamo per la multinazionale svedese Tetrapak, una realtà industriale da 12 miliardi di dollari di fatturato che controlla il 90% del mercato mondiale del confezionamento del latte, dei succhi di frutta e delle conserve, e abbiamo conquistato il 1° premio fra tutti i loro fornitori a livello planetario per l’anno 2012, mentre nel 2013 ci siamo classificati al 2° posto. Si tratta di traguardi veramente importanti – prosegue Corridori – che si raggiungono dopo aver superato degli esami estremamente rigorosi, basati sulla puntualità e sulla qualità. Chi sbaglia viene … retrocesso”.
 
Insomma, una vera e propria conquista dell’eccellenza produttiva che non concede pause o… rilassamenti?
“Proprio così. Siamo stati ‘promossi’ da Tetrapak al rango di fornitori di ‘linee complete’ del processo produttivo finalizzato ad applicare i tappi sulle confezioni di latte, conserve, succhi di frutta, vino, tè. Non ci dobbiamo occupare ‘solo’ della costruzione dell’intera linea produttiva, è nostra responsabilità anche il collaudo e la consegna al cliente. Lei capisce che si tratta di un’enorme responsabilità nei confronti del cliente stesso e ovviamente di Tetrapak di cui diventiamo diretti rappresentanti. Non si può sgarrare. Rimanere al top è la nostra … assicurazione sulla ‘vita aziendale’. Fra qualche mese, esattamente a ottobre, consegneremo le prime linee produttive”.
 
Performance che hanno proiettato FNC verso le vette dell’eccellenza produttiva e che hanno permesso alla società di Cislago di fatturare 34 milioni di euro nel 2013 (“Puntiamo ai 36 – precisa Corridori – quest’anno”), con 102 dipendenti.
 
“Il 40% delle vendite si indirizza all’estero: Svezia, Francia, Russia, Sud Africa, Stati Uniti e Canada. In India abbiamo creato una joint venture da cui ci aspettiamo molto, si tratta di un mercato potenzialmente molto promettente all’interno del quale solo il 6% dei prodotti alimentari viene imballato”.
 
Per mantenere (e aumentare) il livello di eccellenza produttiva raggiunto, quanto investite in ricerca e sviluppo?
“Circa 1,2 milioni di euro ogni anno. Tenga presente che nell’ufficio tecnico sono impiegate 11 persone e una di queste si occupa esclusivamente di ricerca”.
 
Questo significa investire anche in formazione del personale?
“Certamente. In media, circa 200.000 euro ogni anno. Quando assumiamo una persona elaboriamo la ‘mappatura’ delle sue competenze: cosa sa fare e cosa dovrebbe saper fare. Nel 2005, quando siamo arrivati a Cislago, eravamo in 50. Oggi in FNC lavorano 102 persone. Nel 2009 siamo stati costretti a fare un po’ di cassa integrazione, però ci tengo a dire che non abbiamo mai licenziato nessuno, anzi, la nostra politica occupazionale prevede delle assunzioni”.
 
Vale a dire?
“Siamo alla ricerca di gente giovane. L’età media degli operai è di 44 anni e quella degli impiegati è di 42. Stiamo cercando ingegneri meccanici o gestionali. Avremo bisogno di progettisti, soprattutto in campo elettronico. Cerchiamo anche degli operai. Tetrapak esige che al progetto produttivo venga dedicata una ‘squadra’ di elevato livello qualitativo. Non possiamo in alcun modo permetterci di deludere una simile aspettativa. L’eccellenza produttiva va preparata giorno dopo giorno. Pensare al futuro dell’azienda è un nostro preciso dovere e ci siamo attrezzati per farlo nel migliore dei modi”.
 
Ossia?
“Io ho 67 anni, il mio socio, che si occupa della produzione e delle vendite, ne ha 66. Non siamo più… giovanissimi. Dobbiamo pensare al passaggio generazionale. E infatti la 3° generazione è già presente in azienda: mio figlio Paolo si occupa delle vendite estere di Veripack, mentre Alessandro Gornati, il figlio di Franco, sovraintende alla linea produttiva di Veripack. Sono del pare che non puoi pretendere di ‘guidare’ delle persone se non sei mai stato ‘guidato’. Il ricambio generazionale è un rischio, inutile nasconderselo”.
 
Cosa avete fatto e cosa state facendo per … arginarlo?
“Nel febbraio 2004 abbiamo integrato nel consiglio d’amministrazione dell’azienda Eduardo Graziadio, un manager di provata esperienza all’interno di multinazionali, esperto di passaggi generazionali. Graziadio ha creato un Comitato di Direzione, all’interno del quale sono stati inseriti i responsabili dei reparti aziendali, mio figlio e il figlio del mio socio. Il compito preciso di questo Comitato è assicurare la continuità aziendale”.
 
Qual è il “consiglio” che il padre, aziendalmente parlando, si sente di dare al figlio?
“La linea guida che sia io che il mio socio ci siamo sempre dati si può riassumere in queste parole: perdiamo i soldi ma non la faccia! Questa etica di comportamento non deve venire mai meno. C’è in giro troppa sfiducia, troppa rabbia, troppa paura. Ho la sensazione che si voglia diffondere lo sconforto. Occorre reagire. Lavorare con impegno, serietà e senso dell’etica è la strada da percorrere”.




 
Luciano Landoni
pubblicato il: 19/05/2014

FADIS Spa – Solbiate Arno
SOLBIATE ARNO – La Fabbrica Dipanatrici Solbiate (FADIS Spa) ha compiuto da poco i 56 anni di vita produttiva e appartiene a pieno titolo al club delle eccellenze industriali italiane. In FADIS si progettano e fabbricano roccatrici di precisione la cui funzione, all’interno della filiera del tessile-abbigliamento, è quella di “ripassare” i filati di cotone o di lycra.
FELM SRL - Inveruno
INVERUNO – La definizione non sarà da scuola di management però è molto efficace: “Qualunque cosa… gira, ha bisogno dei nostri motori elettrici!”. Chiaro e sintetico. Matteo Colombo, classe 1974, è il responsabile della produzione della FELM Srl di Inveruno, una sigla dal duplice significato: Fabbrica Elettromeccanica Milano oppure Ferdinando Luca Matteo Milano...
FERIOLI FILIPPO SPA - Rescaldina
RESCALDINA – Pensare in termini innovativi, anzi, anticonvenzionali, ed essere capace di concretizzare il proprio pensiero in qualcosa di pratico (magari un impianto industriale) è prerogativa rara. “Bisogna essere sempre ‘giovani’ nell’animo per superare le tradizioni, magari migliorandole!”, dice con disarmante naturalezza Albino Rossi, classe 1944.
FNC SpA - Cislago
La “tempesta perfetta” è passata, ma: “La situazione rimane difficile. Dopo un 2009 terribile, con perdite di fatturato intorno al -35%, quest’anno abbiamo recuperato e chiuderemo il bilancio in crescita.
FOCREM SpA - Magnago
Nel 2006 la Fonderia Cremona (Focrem) di Magnago - specializzata nella produzione di ghise speciali e comuni - celebrerà il mezzo secolo di vita.
FONDERIA QUAGLIA & COLOMBO Srl – Legnano
LEGNANO – Una storia di lavoro, impegno e passione. Tanta passione. Ieri come oggi. “Diciamo pure anche… domani!” scandisce con determinazione Giuseppe Colombo, classe 1936, laureato in ingegneria chimica all’Università di Padova (“Una tradizione di famiglia”, specifica), amministratore unico della Fonderia Quaglia & Colombo Srl di Legnano.
FORGIATURA MARCORA Srl - Olgiate Olona
OLGIATE OLONA – Quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare e i migliori vincono pure la partita. Crisi o non crisi. È il caso di un’azienda del territorio, la Forgiatura Marcora Srl di Olgiate Olona. Oltre sessant’anni di storia industriale alle spalle e un avvenire di successo davanti a sé: “La nostra marginalità di profitto – dice il Presidente della società Michele Marcora – è di tutto rispetto e ci consente di guardare al domani con ragionevole ottimismo”.
Forgiatura Marcora srl - Olgiate Olona
La Grande Crisi è una brutta bestia che da cinque anni a questa parte sta mordendo e lacerando il tessuto sociale ed economico dei sistemi più industrializzati del mondo. Gli effetti sono sotto gli occhi di tutti: recessione e disoccupazione dilaganti.
FRAMAX Srl - Besnate
Uno dei luoghi comuni più diffusi, attraverso il quale si tende a spiegare il perché del “declino” economico italiano, è quello secondo cui il sistema produttivo nazionale non sarebbe in grado di innovare (né i processi, né i prodotti) a causa della predominanza al suo interno delle piccole industrie.
FRASCOLD Spa - Rescaldina
RESCALDINA – Giuseppe Fraschini nel 1936, a Milano, aprì una piccola officina meccanica e lavorando sodo e mettendoci l’anima cominciò a produrre compressori. Nello stesso anno nacque suo figlio Innocente. Una concomitanza temporale densa di significati, dato che sia per Fraschini padre che per Fraschini figlio l’azienda è sempre stata una vera e propria “famiglia allargata”.
FRIGOSYSTEM Srl - Caronno Pertusella
Dalle apparecchiature di refrigerazione a quelle per avviare gli aerei. Il business della Frigosystem Srl di Caronno Pertusella è racchiuso in un’area molto vasta, resa tale dalla genialità e dalla capacità innovativa di chi non smette nemmeno per un attimo di escogitare soluzioni nuove.
FUTURA GROUP Srl - Gallarate
“Le stampanti 3D sono ormai… vecchie. Circa 25 anni l’Università di Austin, nel Texas, ne progettò una basata sulla sinterizzazione laser. Vale a dire la fusione tramite laser di polveri metalliche finalizzata alla realizzazione di pezzi solidi aventi specifiche caratteristiche funzionali. Una tecnologia attualmente utilizzata in campo aeronautico. L’importante, quando si parla di tecnologia, è non rimanere troppo ingabbiati nei tecnicismi”...
 



Mastini biancorossi sconfitti nel big-match
BUSTO ARSIZIO - La Busto Pallanuoto Renault Paglini cede il passo allo Sport Time Osio. Dopo cinq...
Uyba impresa sfiorata: la capolista Conegliano passa al tie-break
BUSTO ARSIZIO - Una coriacea Unet Yamamay lotta fino al tie break contro la capolista Conegliano ...

www.informazioneonline.it Tutti i diritti riservati
"l'Inform@zione on line" è un marchio di GMC editore di Marcora Gianluigi & C. s.n.c. via Bellingera 4 - 21052 Busto Arsizio (VA) - Tel. +39 0331 323633 - Fax +39 0331 321300 - P.Iva/C.F. 01198110122
Reg. Tribunale di Busto Arsizio n. 02/2011 del 28.3.2011 - Direttore responsabile: Gianluigi Marcora