TALISMAN
Skip Navigation Links
Prima Pagina
Busto Arsizio
Valle Olona
Circondario
Lettere in Redazione
Skip Navigation Links
Cronaca
Politica e Società
Avvenimenti e Cultura
Imprese e lavoroExpand Imprese e lavoro
Sport
Skip Navigation Links
GMC News
Premio LetterarioExpand Premio Letterario
Skip Navigation Links
Commenta l'articolo
Archivio
Stampa
Cerca su l'Inform@zione:  
Aziende eccellenti  
Skip Navigation Links
Tutte
A
B
C
D
E
F
G
H
I
J
K
L
M
N
O
P
Q
R
S
T
U
V
W
X
Y
Z
Quaker - Tradate
Come li trattiamo noi i metalli…
TRADATE – Il core business dell’azienda in gergo tecnico è costituito dalla produzione e commercializzazione di fluidi lubrorefrigeranti e lubrificanti.
In altre parole: “Qualsiasi manufatto in metallo per essere lavorato ha bisogno di essere oleato e lubrificato. Noi, con i nostri prodotti, rendiamo possibile la lavorazione dei metalli”.
Claudio Caldana, il manager responsabile dell’area vendite in Italia, Est europeo e Africa della Quaker Chemical Srl di Tradate apprezza molto (e pratica) la chiarezza e la sintesi.
 
Una filosofia operativa che si condensa nella formula: poche parole e molti fatti.
Nell’area industriale di Tradate, Quaker Italia Srl (produzione) e Quaker Chemical Srl (commercializzazione) rappresentano gli insediamenti italiani della multinazionale chimica americana Quaker, fondata nel 1918, il cui quartier generale europeo si trova in Olanda.
“L’intero gruppo, con 35 sedi sparse nel mondo, impiega 2.000 persone e fattura complessivamente 800milioni di dollari all’anno. La principale forza della nostra multinazionale ‘tascabile’ è l’autofinanziamento. In questi ultimi 5 anni abbiamo operato 7 acquisizioni societarie”.
 
Quanto “pesa” l’Italia?
“Qui a Tradate siamo in 50 e il nostro fatturato annuo è di 20 milioni di euro”.
I vostri sono prodotti “trasversali”?
“Direi proprio di sì. Tutti i settori industriali ne hanno bisogno. In particolare, le acciaierie e le imprese che trasformano l’acciaio: tipo le aziende del settore auto e aeronautico, ma anche i produttori di elettrodomestici e di tubi. Tenga conto – prosegue Claudio Caldana – che il 65% del mercato internazionale dell’acciaio dipende da noi. Noi interveniamo anche nei processi ‘a valle’: quando l’acciaio è stato lavorato deve essere poi ‘lavato’, così da permettere alla vernice di aderire. I nostri prodotti chimici entrano in gioco anche in queste fasi”.
 
Una posizione “dominante” che vi mette al riparo da qualsiasi fattore di crisi?
“Magari fosse così semplice. In realtà, il mercato interno è sostanzialmente depresso e quello internazionale non è particolarmente brillante. Noi, qui a Tradate, non ci lamentiamo. Però, ogni giorno diventa sempre più difficile. Il contesto generale, in Italia, rimane estremamente problematico per chi fa impresa”.
Come la mettiamo in termini di rispetto dell’ambiente e sicurezza?
“Tutta la nostra attività – interviene Antonella Alfonsi, responsabile dei rapporti esterni e della sicurezza – è sottoposta alla normativa prevista dalla Legge Seveso, quella che regolamenta le attività industriali cosiddetto ad ‘alto rischio’. Noi rientriamo nella categoria a causa dell’utilizzo dell’acido fluoridrico in soluzione. Ci tengo a sottolineare che l’assoluta priorità per l’intero nostro gruppo è relativa alla salute delle persone e al rispetto per l’ambiente. Crediamo fermamente e pratichiamo le politiche industriali di sostenibilità”.
 
Non a caso, sabato 15 ottobre i cancelli della Quaker di Tradate(dalle 14 alle 18) si spalancheranno per un open day espressamente organizzato nell’ambito del programma “fabbrica trasparente
“L’obiettivo – precisa Antonella Alfonsi - è  far conoscere e far sapere cosa produce il nostro stabilimento , come è fatto, quali e quanti investimenti mette in campo per garantire la sicurezza dell’ambiente, delle persone che vi lavorano e di tutto il territorio circostante. Perché non c’è vero sviluppo se non si accompagna al rispetto della comunità nella quale un’azienda opera. Sono invitati tutti”.
Qual è la vostra condizione occupazionale?
“Solida. Il che, visti i tempi, non è poco. Crediamo molto e investiamo nelle  persone. Soprattutto, i giovani. Nel nostro laboratorio di ricerca sono attivi 5 giovani ricercatori. Collaboriamo con il Politecnico e, più in generale, con il sistema scolastico locale: abbiamo ospitato, e ospitiamo tuttora, numerosi stagisti in base alla normativa prevista dall’alternanza scuola/lavoro e anche dei tirocinanti. Sia per le lavorazioni chimiche – spiega Rosa Dalida Sala, responsabile dell’area amministrativa e delle risorse umane -, sia per quelle amministrative, sia per quelle inerenti la sicurezza e la parte informatica”.

 
Luciano Landoni
pubblicato il: 06/10/2016

QUALIDATA TELECOMUNICAZIONI Srl - Uboldo
“Tra il dire e il fare, bisogna sempre scegliere il fare!”. Semplice, sintetico, diretto: il programma di lavoro di Massimo Borrelli, direttore generale di Qualidata Telecomunicazioni Srl, non potrebbe essere più chiaro…
QUANTA SYSTEM SPA - Samarate
SAMARATE – In California c’è la Silicon Valley e in provincia di Varese, precisamente in quel di Samarate, c’è la… terra del laser. Il merito è tutto del team Quanta System. Azienda leader a livello mondiale nella progettazione e realizzazione di impianti laser ad uso industriale, medicale e artistico. L’inaugurazione della nuova modernissima sede di Samarate (7.000 metri quadrati di superficie produttiva high tech, con laboratori di ricerca avveniristici e tre magazzini verticali integralmente robotizzati e ultrarapidi) è stata l’occasione giusta per riaffermare i primati di un esempio fra i più efficaci dell’eccellenza tecnologica “made in Italy”.
QUANTA SYSTEM SpA - Solbiate Olona
Esattamente cinquant’anni fa, nel 1960, il fisico americano Thomas Maiman, utilizzando un cristallo di rubino sintetico, costruì il primo LASER.
QUASAR DENTAL EQUIPMENT – Fagnano Olona
FAGNANO OLONA – Mamma, imprenditrice, scrittrice: Laura Orsolini, 39 anni, è abituata a fare tante cose e a farle tutte bene. “Il ‘segreto’ si chiama entusiasmo. E’ il motore – dice dagli uffici direzionali della Condor’s Rubber di Fagnano Olona, l’azienda fondata nel 1980 dal padre Fulvio – che spinge una persona a fare ciò che vuole”.
 



Mastini biancorossi sconfitti nel big-match
BUSTO ARSIZIO - La Busto Pallanuoto Renault Paglini cede il passo allo Sport Time Osio. Dopo cinq...
Uyba impresa sfiorata: la capolista Conegliano passa al tie-break
BUSTO ARSIZIO - Una coriacea Unet Yamamay lotta fino al tie break contro la capolista Conegliano ...

www.informazioneonline.it Tutti i diritti riservati
"l'Inform@zione on line" è un marchio di GMC editore di Marcora Gianluigi & C. s.n.c. via Bellingera 4 - 21052 Busto Arsizio (VA) - Tel. +39 0331 323633 - Fax +39 0331 321300 - P.Iva/C.F. 01198110122
Reg. Tribunale di Busto Arsizio n. 02/2011 del 28.3.2011 - Direttore responsabile: Gianluigi Marcora