MEGANE 2016
Skip Navigation Links
Prima Pagina
Busto Arsizio
Valle Olona
Circondario
Lettere in Redazione
Skip Navigation Links
Cronaca
Politica e Società
Avvenimenti e Cultura
Imprese e lavoroExpand Imprese e lavoro
Sport
Skip Navigation Links
GMC News
Premio LetterarioExpand Premio Letterario
Skip Navigation Links
Commenta l'articolo
Archivio
Stampa
Cerca su l'Inform@zione:  
Economia locale
PRENDE IL VIA IL CICLO DI CONFERENZE “IMPRESE E CULTURA” ALLA LIUC
Dal marketing al socialing
CASTELLANZA – Si dice marketing e si pensa alle “tecniche di persuasione” mediante le quali le imprese ci spingono continuamente a comprare prodotti che non ci servono veramente.
Insomma, una vera e propria incentivazione al consumismo compulsivo che si basa sulla convinzione (indotta) che il superfluo sia … necessario.
Per le generazione nate prima della 2° Guerra Mondiale, la società dei consumi era un miraggio, un sogno a cui l’Italia ha iniziato ad avvicinarsi solo verso la fine degli anni ’50 e l’inizio degli anni ’60: l’epoca del cosiddetto “boom economico”, celebrato dal teatrino televisivo-pubblicitario di “Carosello” (dal 3 febbraio 1957 al 1° gennaio 1977 “appuntamento” imperdibile per le famiglie italiane).
Oggi, invece, ci sentiamo “prede” (più o meno indifese) di imprese che ci spingono a consumare ad ogni costo, senza tenere conto che le attuali esigenze di consumo vanno oltre la sfera puramente materiale e fanno riferimento ai cosiddetti “bisogni immateriali” (status symbol, gratificazione).
Invece, le aziende più sensibili al cambiamento e gli studiosi di marketing che cercano di leggere gli scenari del futuro riconoscono, oggi, come le nuove tecnologie impongano strategie innovative e diverse, attraverso cui le esigenze del business e quelle dello sviluppo sociale si fondono arricchendosi reciprocamente.
Siamo entrati nell’era del socialing.
 
Vale a dire un neologismo nato dalla fusione di “social” con “marketing” che indica proprio questo nuovo percorso: le sue caratteristiche e le sue prospettive verranno illustrate martedì 14 marzo alle ore 18.30 da Andrea Farinet, Professore Associato di Economia e Gestione delle Imprese della LIUC – Università Cattaneo e fondatore del Socialing Institute di Milano, nell’incontro “Consumatori-imprese: dall’era dei persuasori occulti al paradigma socialing”.
 
Un incontro che sarà anche una carrellata storico-visiva delle grandi trasformazioni socio-economiche del “sistema Italia”, passato dalla condizione di povertà terzomondista dell’immediato dopo guerra a quella di abbondanza affluente del “miracolo economico”.
 
Grazie ai filmati messi a disposizione dall’Archivio del Cinema Industriale e dall’Archivio Storico Luce Cinecittà, si partirà dalla rappresentazione “futurista” della città di Milano nel 1929 (Stramilano, del giornalista Corrado D'Errico), per poi arrivare alle “produzioni di massa” degli  anni ‘50 (tipo i panettoni Motta).
Senza dimenticare una delle icone del “miracolo economico”: la Vespa Piaggio, la pubblicità dello scooter venne firmata nel 1959 dal regista Luciano Emmer e, nel 1973, da un esordiente Tinto Brass.
Negli anni ’70, da un lato inizia la contestazione del “consumismo” e dei suoi miti, mentre dall’altro  la società dei consumi inizia a crescere in maniera sempre più rapida.
A riprova, verrà proiettato un cinegiornale dell’inaugurazione della Maxi Standa di Castellanza del settembre 1971.
 
 
L’incontro fa parte del ciclo di eventi “Impresa e Cultura”, realizzato dalla LIUC grazie al contributo di Fondazione comunitaria del Varesotto ONLUS e con il patrocinio del comune di Castellanza – Assessorato alla Cultura.
I successivi incontri si svolgeranno venerdì 7 aprile con la professoressa Raffaella Manzini (sul tema: “Le dinamiche dell’innovazione tecnologica”) e mercoledì 3 maggio con il professor Massimiliano Serati (“Le trasformazioni del lavoro nell’economia globalizzata”).
 
 

 
Luciano Landoni
pubblicato il: 13/03/2017

VARESE – La forza lavoro in provincia di Varese (dati Istat relativi al 2016), vale a dire la somma tra occupati e soggetti in cerca di occupazione, è pari 411.000 unità, in crescita rispetto al 2015. Gli occupati nel 2016 sono stati 377.000, anch’essi in aumento sul 2015 (+2,2%). Viceversa il numero di persone in cerca di occupazione (pari a 34.000) si è ridotto (-7,7%).
INVERUNO – Il progetto si chiama “Energia per la vita”, ne sono responsabili i docenti e gli studenti dell’Istituto Industriale Superiore “Marcora”di Inveruno e l’Associazione “Oscar Romero” di Magenta (ente finanziatore), e l’obiettivo è quello di realizzare un impianto fotovoltaico mediante il quale portare acqua potabile alla città di Archer’s Post in Kenya.
GORLA MINORE – E’ l’anno 1969 allorché Alfonso Miele decide di diventare imprenditore e fonda la Stamperia Olonia. Dall’immaginazione al potere del ‘68, alla… nobilitazione intelligente dell’anno successivo. E’ praticamente certo, infatti, che se il neo imprenditore avesse dovuto scegliere uno slogan mediante il quale identificare la propria attività avrebbe optato proprio per quello dell’intelligenza alla produzione. Insomma, un vero e proprio pioniere della digitalizzazione produttiva.
CUGGIONO - Si chiama Simplicity il nuovo metodo aziendale pensato per gestire (e ottimizzare) l'organizzazione delle piccole e medie industrie...
BRUNELLO – Il problema è noto: una delle ragioni alla base delle difficoltà di crescita del “sistema Italia” è individuabile nel “non incontro” fra domanda e offerta di lavoro, soprattutto in ambito tecnico-industriale.
CASTELLANZA - “12 Istituti della provincia di Varese, 120 squadre, 500 studenti coinvolti nella gara: i numeri della 12esima edizione del Management Game, confermano l'entusiasmo dei ragazzi e delle scuole verso iniziative che permettano loro di avvicinarsi e scoprire in maniera inedita e molto pragmatica il mondo delle imprese.
GALLARATE – Si fa presto a dire “made in Italy”: tre parole che possono voler dire tutto e niente al tempo stesso...
CISLAGO – Piccoli ed eclettici, si potrebbe definire così l’esperienza imprenditoriale di Fiorenza Cogliati e Alessandro Turconi che nel luglio 1993, un anno prima di convolare a nozze, hanno fondato la Yellowstone Srl a Cislago. Una micro impresa al cui interno lavorano 8 persone con un fatturato annuo di un milione di euro, specializzata nella produzione di etichette tessute, stampate su carta, nastro e adesivo; cartellini, inserti in quadricromia, vetrofanie e molto altro ancora.
GALLARATE – Radici profonde (l’azienda ha iniziato la propria attività più di 150 anni fa!) e visioni moderne, anzi, modernissime del futuro. La Gasparoli Srl di Gallarate, da prima dell’unità di’Italia, si è sempre occupata della conservazione e della manutenzione di edifici storici e di monumenti; fondata da una famiglia di decoratori, nel corso degli anni si è trasformata in un’impresa di restauro leader a livello nazionale, e non solo.
LEGNANO – Un antico detto popolare lombardo recita: “Piuttosto che niente… è meglio piuttosto!”. Nel tempo (soprattutto in Italia) degli incrementi di crescita del Prodotto interno lordo uguali allo zero virgola qualcosa, non è il caso di essere troppo schizzinosi.
CASTELLANZA – Sono tre parole sulle quali ci giocheremo il futuro. Attrattività sistema Paese. L’Italia è il fanalino di coda dell’Eurozona per quanto riguarda la crescita; in Italia gli investimenti esteri nel 1° semestre 2016 sono stati pari a 7,8 miliardi di dollari (dato Ocse) con una diminuzione di quasi il 41% rispetto allo stesso periodo del 2015; sempre nel Belpaese nel periodo compreso fra il 2008 e il 2015 gli investimenti complessivi (sia interni che esteri) sono calati di 81 miliardi.
LEGNANO - Ai blocchi di partenza il progetto “Cultura d’Impresa” promosso da Confindustria Alto Milanese e rivolto agli alunni delle classi 3° degli Istituti Superiori del territorio.
VARESE - Lo strumento dei minibond si fa strada tra le piccole e medie imprese del Varesotto. L’ultima emissione in ordine di tempo è quella della Fonderia Casati Spa, presentata in una conferenza stampa che si è tenuta all’Unione degli Industriali della Provincia di Varese.
BUSTO ARSIZIO - Si tratta di un “passaporto” che permette alle imprese industriali di “accedere” a un futuro sostenibile. Si chiama Eco Passport by Oeko Tex.
CASTELLANZA - Laura Affuso, Fiorella Penna, Pier Paolo Pipino, Edoardo Comparetto, Pasquale Mappa, Anna Leso, Antonio Germanà, Simona GraziellaGarofalo: sono questi gli studenti dellaLIUC – Università Cattaneo chehanno ricevuto leborse di studio a sostegno del loro percorso di laurea, magistrale o triennale, in Economia.
GERENZANO – Cominciamo con un po’ di filosofia platonica di base: l’importate è il concetto che, una volta compreso e assimilato, diventa indistruttibile e ti consente di affrontare e gestire la realtà. Il concetto di “sentiero” è stato “compresso” nella “rete neurale” di BASE 1 che, attraverso una telecamera, è in grado di vedere la realtà circostante e muoversi al suo interno in maniera “intelligente”.
VARESE - Dai risultati dell’indagine congiunturale dell’Ufficio Studi dell’Unione degli Industriali della Provincia di Varese (4° trimestre 2016) emerge una condizione del sistema industriale locale ancora critica.
VARESE - “La difesa dei nostri primati industriali passa dal traghettamento verso il digitale delle imprese. E per stare al passo degli ambiziosi progetti di Industria 4.0 dei nostri competitor tedeschi e francesi dobbiamo investire nei prossimi anni più di 330 milioni di euro”...
VARESE - Il numero delle aziende varesine si sta stabilizzando: sulla base dei dati del Registro Imprese, l’analisi dell’Ufficio Studi e Statistiche della Camera di Commercio indica che nel 2016 sono aumentate dello 0,2%. Si è passati infatti dalle 61.909 imprese attivea fine 2015 alle 62.036 con riferimento al 31 dicembre dello scorso anno.
VARESE – L’assessore regionale Francesca Brianza (deleghe post-Expo e città metropolitana) della Lega Nord, accompagnata dai vertici dell’Associazione Imprenditori Europei (AIME) ha visitato due eccellenze produttive lombarde: Artestampa di Galliate Lombardo e Mole & Abrasivi Ermoli di Malnate.
BUSTO ARSIZIO - Il 2016 è stato per Hupac (azienda svizzera leader a livello europeo nel trasporto combinato, con una filiale strategica operativa a Busto Arsizio) un anno record: per la prima volta il volume del traffico ha largamente superato il livello pre-crisi.
CALENZANO/SAMARATE – Il nome è fortemente simbolico e richiama i valori di uno dei periodi più fulgidi e straordinari della storia italiana: il Rinascimento (in particolare, quello fiorentino). Una vera e propria “età dell’oro”, ricchissima di fermenti culturali e creativi, che riaffermò il primato italiano nel mondo intero...
RESCALDINA – Pensare in termini innovativi, anzi, anticonvenzionali, ed essere capace di concretizzare il proprio pensiero in qualcosa di pratico (magari un impianto industriale) è prerogativa rara. “Bisogna essere sempre ‘giovani’ nell’animo per superare le tradizioni, magari migliorandole!”, dice con disarmante naturalezza Albino Rossi, classe 1944.
CASTELLANZA – La formula “magica” è composta da due sole parole: innovare continuamente! Alla Pietro Rimoldi & C. Srl di Castellanza la mettono in pratica tutti i giorni, compresi quelli non lavorativi. “Me l’ha insegnato mio padre Pietro che ha fondato l’azienda...
VARESE – Prove tecniche di rinnovo contrattuale. Nello specifico, quello delle aziende del comparto tessile-abbigliamento...
LONATE CEPPINO – La teoria dell’evoluzione darwiniana è molto chiara in proposito: sopravvive la “specie” che meglio e più repentinamente si adatta all’ambiente circostante e non quella genericamente “più forte”. Una considerazione che è perfettamente calzante anche per la “specie imprenditoriale”.
La “missione imprenditoriale” coordinata dall’Unione degli Industriali della provincia di Varese (in collaborazione con il Consolato Americano di Milano) negli Stati Uniti ha fatto tappa al Consumer Electronics Show (CES) 2017 di Las Vegas, vale a dire la più importante fiera internazionale dell’elettronica e della robotica.
Sapete cos'è l'open innovation? Per citare Henry Chesbrough (e anche Wikipedia) “è un paradigma che afferma che le imprese possono e debbono fare ricorso ad idee esterne, così come a quelle interne, ed accedere con percorsi interni ed esterni ai mercati se vogliono progredire nelle loro competenze tecnologiche.”
L’Ing. Paolo Salvadeo, già amministratore delegato della Quanta System Spa di Samarate, società controllata dal Gruppo El.En. Spa, è stato nominato direttore generale dello stesso Gruppo El.En. Spa.
BUSTO ARSIZIO – La biancheria per alberghi penta stellati, categoria lusso, dalle lenzuola alle tovaglie e tovaglioli al top dell’eleganza e della raffinatezza, è rigorosamente “made in Busto Arsizio”. Parotex Srl è da quarant’anni esatti che crede fermamente nella qualità. “E’ così – spiega il fondatore dell’azienda, Gelmino Rovea, settant’anni quest’anno, dagli uffici direzionali della ultra moderna sede operativa collocata nella zona industriale sud-ovest di Busto - che abbiamo potuto crescere anno dopo anno, anche nei periodi più difficili”.
VARESE - Il via libera dell’Unione Europea al decreto Delrio sulla maggiore liberalizzazione del traffico sull’aeroporto di Linate in concreto non cambia nulla per Malpensa e per la situazione aeroportuale lombarda che si era venuta a creare con il decreto Lupi pre-Expo che aveva aperto lo scalo milanese a tutte le destinazione europee, eliminando dunque il vincolo di poter volare solo sulle capitali
STRESA – Gli studiosi del mercato del lavoro le definiscono “ancore professionali”, vale a dire vocazioni a svolgere uno specifico lavoro talmente forti da risultare predominanti e insopprimibili. L’àncora professionale di Marco Padulazzi è sempre stata quella dell’albergatore. Tanto è vero che da quasi trent’anni è l’amministratore delegato del Grand Hotel des Iles Borromées & Spa di Stresa, un 5 stelle “categoria lusso” al vertice delle classifiche internazionali degli alberghi.
GALLARATE - Fine anno, tempo di bilanci. Soprattutto per le società quotate in Borsa. In provincia di Varese non sono molte, una fra queste è la Openjobmetis Spa di Gallarate. Un “progetto imprenditoriale” nato dalla passione e dalla determinazione di Rosario Rasizza che ne è l’amministratore delegato.
LONATE CEPPINO – Il mantra aziendale è racchiuso in una formula (ovviamente in inglese) di due parole: go beyond (andare oltre). Indubbiamente, la Samic Spa di Lonate Ceppino (acronimo di Saporiti montaggi impianti carpenteria, impresa industriale fondata da Giuseppe Saporiti nel 1964) è abituata a ragionare in termini di mercato globale...
VERGIATE – Prendete un imprenditore (Flavio Vergani) la cui azienda (K.C.S. Srl di Vergiate) è al top tecnologico nella realizzazione di circuiti stampati e dalla coscienza talmente “verde” che più “verde” non si può, aggiungeteci la sua passione per l’ambiente e per la salute (le due cose sono strettamente collegate) e cosa ottenete? Semplice: una società agricola che si chiama IoBoscoVivo Srl.
TRADATE – Intorno al 1300, dalle miniere diamantifere di Golconda (India), venne estratto un diamante di straordinaria bellezza e lucentezza: il Koh-I-Noor, una vera e propria “Montagna di Luce” di oltre 105 carati...
GORLA MAGGIORE - Da oltre cinquant’anni fabbricano scatole che poi vengono regolarmente… rotte. Ѐ il destino inevitabile del packaging dei prodotti alimentari, qualcosa di “superfluo” che riveste però una funzione fondamentale per incentivare le vendite...
CAVARIA con PREMEZZO – Appartiene alla categoria dei “cervelli” che se ne sono andati dall’Italia e, dopo un paio d’anni di “gavetta formativa” all’estero (Inghilterra e Svizzera), sono tornati indietro. “Il problema è che in molti se ne sono andati e non sono più tornati! Nel nostro Paese sembra quasi che lo Stato non voglia che si faccia impresa. Anzi, dico di più: la sensazione è che si desideri colpevolizzare chi decide di intraprendere, anziché dargli una mano”.
BUSTO ARSIZIO - Chissà cosa sarebbe successo se alla MV Agusta di Cascina Costa avessero deciso di “promuovere” al reparto corse il giovane (17 anni) meccanico Luigi Genoni. Magari avrebbero vinto qualche campionato in più, di sicuro ci sarebbe stato un imprenditore di successo in meno. Fatto sta che il bustocco Luigi Genoni...
TRADATE – Il core business dell’azienda in gergo tecnico è costituito dalla produzione e commercializzazione di fluidi lubrorefrigeranti e lubrificanti. In altre parole: “Qualsiasi manufatto in metallo per essere lavorato ha bisogno di essere oleato e lubrificato. Noi, con i nostri prodotti, rendiamo possibile la lavorazione dei metalli”. Claudio Caldana, il manager responsabile dell’area vendite in Italia, Est europeo e Africa della Quaker Chemical Srl di Tradate apprezza molto (e pratica) la chiarezza e la sintesi.
ROBECCHETTO CON INDUNO – In estrema sintesi, si tratta di una questione di pelle e di conseguente sensualità tattile, visiva e anche olfattiva. “Le pelli toccano quasi tutti i nostri sensi e per lavorarle occorre la passione, oltre ad una grande professionalità. Solo così è possibile trasmettere l’essenza e il valore della nostra attività artigianale. Sono indispensabili sia la testa che il cuore, per realizzare un prodotto… sensuale!”.
TAVERNERIO – Quando la passione per l’arte si riversa nell’attività imprenditoriale quest’ultima acquista un valore tutto particolare che si trasforma in una vera e propria “competitività creativa” capace di fare la differenza. Soprattutto sui mercati internazionali...
SOLBIATE OLONA – Ci sono aziende industriali talmente abituate a stabilire record produttivi che finiscono per diventare concorrenti di… se stesse. E’ il caso della Rodolfo Comerio Srl di Solbiate Olona, azienda leader mondiale nella progettazione e costruzione di impianti per la calandratura di pvc e gomma (in pratica, dalla materia prima si ricavano film dello spessore di qualche micron).
SAMARATE – In California c’è la Silicon Valley e in provincia di Varese, precisamente in quel di Samarate, c’è la… terra del laser. Il merito è tutto del team Quanta System. Azienda leader a livello mondiale nella progettazione e realizzazione di impianti laser ad uso industriale, medicale e artistico. L’inaugurazione della nuova modernissima sede di Samarate (7.000 metri quadrati di superficie produttiva high tech, con laboratori di ricerca avveniristici e tre magazzini verticali integralmente robotizzati e ultrarapidi) è stata l’occasione giusta per riaffermare i primati di un esempio fra i più efficaci dell’eccellenza tecnologica “made in Italy”.
BUSTO ARSIZIO – Nonostante l’ultima nota mensile dell’Istat di inizio settembre abbia certificato le difficoltà del sistema economico nazionale, le “imprese calabrone” (quelle, per intenderci, che continuano a innovare e a crescere) se ne infischiano e inanellano una serie impressionante di risultati positivi. Fra queste, si distingue la Comerio Ercole di Busto Arsizio.
COMO – E’ solo per ragioni di natura… anagrafica che è impossibile all’Ingegner Ivano Soliani, settant’anni dinamicamente portati, stringere la mano e complimentarsi con il fisico britannico Michael Faraday (nato nel 1791 e scomparso nel 1867), altrimenti l’avrebbe fatto con immenso piacere. Ce l’ha assicurato più di una volta, nel corso dell’intervista che ci ha concesso dal quartier generale della Soliani Emc Srl di Como, l’azienda che ha fondato agli inizi degli anni ’80...
BUSTO ARSIZIO – Lavorare divertendosi, oppure divertirsi lavorando? Chi ha la risposta giusta alzi la mano, please. Nell’attesa, vale la pena di girare la domanda a qualcuno che sembra avere le carte in regola per rispondere...
TURATE – Un investimento di 50 milioni di euro che si è potuto avviare dopo 8 anni di defatiganti “peregrinazioni” fra un ufficio e un altro, fra un’autorizzazione e un’altra, e che, una volta sbloccato, è diventato una straordinaria realtà aziendale in poco più di due anni...
SARONNO – Prendete un po’ di filosofia schopenhaueriana (la realtà è volontà), rafforzatela con una granitica determinazione di rivalsa (“Ritornerò!” disse il Generale Douglas Mac Arthur dopo la sconfitta di Corregidor e lo fece da vincitore), aggiungeteci qualche frammento delle favole cinematografiche di Frank Capra (La vita è una cosa meravigliosa) e, per ultimo, mescolate bene il tutto così da ottenere la storia vera di Enzo Muscia.
GORLA MINORE – Quando, nel 1954, il giovane Giuseppe Canale, classe 1926, arriva nel profondo Nord, provenendo dal profondo Sud (il paesino di Zungri, provincia di Vibo Valentia, Calabria), porta in dote solo la sua voglia di fare e tanto, ma proprio tanto entusiasmo, accompagnato dalla disponibilità a fare sacrifici, stringere i denti e non mollare mai. E’ con questo spirito, anzi, per meglio dire, con questi “spiriti animali” che si sente dentro, che Giuseppe Canale inevitabilmente quanto (quasi) inconsapevolmente diventa imprenditore.
SOLBIATE OLONA – Non sapevano che fosse impossibile e allora l’hanno fatto; anzi, per meglio dire: si sono “rifiutati” di considerarlo inattuabile e sono stati capaci di realizzarlo. Cosa? Due mega impianti per la calandratura di film plastici che finiranno in Cina e che serviranno per produrre rivestimenti di tetti e pavimenti.
DAVERIO – Nonostante l’esito del recente referendum popolare inglese – universalmente noto come Brexit – abbia contribuito non poco ad innalzare il livello di caos mondiale, è necessario ricorrere proprio allo slogan coniato dal governo britannico nel 1939 “Keep Calm and Carry On”...
TRADATE – Piccola, flessibile, eclettica; capace di “navigare” sui “mari” perigliosi e procellosi della globalizzazione senza timore reverenziale alcuno nei confronti dei tanti… Golia con cui la Cortellezzi Primo & C. Srl compete un giorno sì e l’altro pure.
BUSTO ARSIZIO – Ѐ nata nel 2007 e nel giro di nove anni è diventata una “micro multinazionale”, per usare le parole di uno dei due fondatori della Syncro Srl di Busto Arsizio: Gabriele Caccia, giovane imprenditore di 40 anni abituato a fare il giro del mondo alla ricerca di nuovi mercati e di nuovi clienti due o tre volte al mese...
OLGIATE COMASCO – Metti insieme tradizione, innovazione, funzionalità, eleganza, leggerezza, resistenza, bellezza, originalità… et voilà il gioco è fatto: la valigia è pronta! Nel senso pieno e letterale del termine. E’ da oltre sessant’anni che alla Bric’s Industria Valigeria Fine Spa di Olgiate Comasco, a due passi da Como, lo fanno realizzando valigie, borse e trolley in pelle, oppure utilizzando materiali innovativi (in particolare, tessuti in polietilene), che esaltano l’eccellenza, la creatività e il buon gusto “made in Italy”.
OLGIATE OLONA – Aveva proprio ragione il poeta: dai diamanti non nasce niente, ma dai rifiuti nascono i fiori e, nel caso di Sebigas, divisione di Exergy Spa del Gruppo Industriale Maccaferri, anche tanta energia. Energia pulita.
SOLBIATE OLONA – Si tratta di un vero e proprio “prodigio” tecnologico, lungo qualche decina di metri e alto almeno quattro, capace di “ingoiare” un film di plastica, lavorarlo e infine… “emetterlo” al ritmo di 400 metri a minuto perfettamente stampato e colorato (fino a 10 colori) a seconda delle esigenze particolari del cliente (nel caso specifico, pacchetti per della pasta).
BUSTO ARSIZIO – Le capacità imprenditoriali “made in Italy” ottengono un prestigioso riconoscimento internazionale. EOLO SpA è stata identificata come una delle “1000 aziende per ispirare l’Europa”, il report del London Stock Exchange Group che seleziona ogni anno mille aziende europee di eccellenza e che sarà presentato oggi al Parlamento Europeo.
GALLARATE – Fra meno di tre anni, esattamente nel 2019, la Giovanni Clerici & Figli Spa di Gallarate compirà 150 di vita produttiva. Fondata nel 1869 da Giovanni Clerici, l’azienda, oggi, si estende su un’area di circa 25.000 metri quadrati...
GALLARATE – Rosario Rasizza è nato il 16 maggio 1968 a Varese, da genitori siciliani. “Mio padre – dice – lavorava per la famiglia Borghi, all’Ignis”. Rosario ha sempre avuto un chiodo fisso in testa: “Il mio desiderio più grande era diventare imprenditore, fare qualcosa di nuovo e rompere la catena del destino...
LEGNANO –L’indagine congiunturale elaborata dall’Ufficio Studi di Confindustria Alto Milanese (CAM), riferita al primo trimestre 2016, evidenzia un “andamento complessivo abbastanza positivo”.
La provincia di Varese continua ad essere una delle aree più industrializzate della Lombardia che, come è noto, è a sua volta la regione maggiormente industrializzata d’Italia. In particolare, il settore tessile ha rappresentato e rappresenta...
BUSTO ARSIZIO – Come si fa a “difendere e garantire il futuro”? Soprattutto pensando ai giovani e al loro diritto di sperare in un domani migliore dell’oggi? Il sindaco uscente di Busto Arsizio, Gigi Farioli, ha trovato la “risposta” – centro di gravità permanente del progetto intitolato “Primarie delle Idee” che la municipalità bustocca ha organizzato per sostenere e far conoscere le eccellenze del territorio – all’interno di Eolo Spa.
LONATE POZZOLO – “Lo sa qual è il vero problema?”, chiede con immediatezza la signora Rita Zaro, 81 anni magnificamente portati, vedova di Giovanni Zaro, scomparso nel 2008, il fondatore della Zaro Carni Spa di Lonate Pozzolo. Qual è? “La gente mangia tanto e male. Dovrebbe mangiare meno e meglio!”...
RESCALDINA – Giuseppe Fraschini nel 1936, a Milano, aprì una piccola officina meccanica e lavorando sodo e mettendoci l’anima cominciò a produrre compressori. Nello stesso anno nacque suo figlio Innocente. Una concomitanza temporale densa di significati, dato che sia per Fraschini padre che per Fraschini figlio l’azienda è sempre stata una vera e propria “famiglia allargata”.
BRUNELLO – C’è solo un modo per… entrare fisicamente nel futuro: fare un giro a Informatilandia. Trovare la città dell’information technology è facile, basta conoscere la zona industriale di Brunello, un piccolo comune nelle vicinanze di Varese, e visitare il nuovo Data Center BR4 della Elmec Informatica Spa.
SOLBIATE ARNO – La Fabbrica Dipanatrici Solbiate (FADIS Spa) ha compiuto da poco i 56 anni di vita produttiva e appartiene a pieno titolo al club delle eccellenze industriali italiane. In FADIS si progettano e fabbricano roccatrici di precisione la cui funzione, all’interno della filiera del tessile-abbigliamento, è quella di “ripassare” i filati di cotone o di lycra.
BRUNELLO – Un’azienda tessile così glocale che più glocale non si può! Fortemente radicata nel territorio d’origine, il piccolo comune di Brunello, e proiettata verso i mercati di tutto il mondo. Dei 35 milioni di euro di fatturato annuale, oltre il 65% è destinato all’export. Persino la ragione sociale rivela l’anima dell’impresa: Brunello Spa.
GALLARATE – I coniugi Carù, Paolo e Anna, stanno insieme da tanti anni e il loro legame affettivo è rafforzato ulteriormente da quello culturale: il primo adora la 2^ Arte (la Musica), mentre la seconda è innamorata della 5^ (la Letteratura). Insieme gestiscono uno dei negozi storici di Gallarate...
CAVARIA CON PREMEZZO – Si tratta di una delle “multinazionali tascabili” più dinamiche dell’intero panorama manifatturiero italiano. Chiaravalli Group Spa fabbrica ingranaggi e contribuisce a… far girare il mondo dell’economia. Non è un’esagerazione.
ORIGGIO – La struttura è quella di una multinazionale ma la filosofia operativa di ciascuno dei 6 siti produttivi presenti in Italia (per un totale di 1.400 dipendenti) affonda le sue radici nel territorio e ne trae sostanza e stimolo. Lo stabilimento Sanofidi Origgio è la punta di diamante della multinazionale farmaceutica francese per la produzione della Enterogermina (il farmaco che protegge e rigenera la flora batterica intestinale).
MAGNAGO – Ci sono quelli che… non fanno un tubo e quelli che, viceversa, ne producono qualche milione di metri. La famiglia Petenà appartiene a questa seconda categoria. “L’azienda è stata fondata da mio padre Lino nel 1985 – esordisce Marco Petenà, 45 anni, managing director dell’Aquatechnik di Magnago – quando aveva 41 anni. Inizialmente, commercializzavamo i tubi prodotti da un’azienda tedesca. Poi, dopo qualche anno, siamo diventati produttori autonomi…”.
CASTELLANZA – Sono solo 5 le imprese industriali nel mondo capaci di progettare e fabbricare pompe in grado di sopportare le sollecitazioni estreme provocate dai liquidi più corrosivi, a cominciare dall’acqua di mare. Una fra queste è la Affetti Pompe di Castellanza. “L’azienda è stata fondata da mio padre Giuseppe intorno alla metà degli anni ’60 come impresa costruttrice di impianti industriali adibiti al contenimento e al convogliamento di liquidi corrosivi”, spiega Alberto Affetti.
BESNATE – È tutta una questione di colori. Dal verde della green economy al bianco della white economy. “Sì, si tratta sostanzialmente di puntare sulla riduzione dei consumi energetici. Dico sempre che il chilowattora più verdeè quello risparmiato!”, precisa Stefano Perboni, 55 anni, direttore generale di Unique Lights Italia Srl.
LONATE POZZOLO – “La qualità paga sempre. Anche in tempo di crisi. Anzi, soprattutto in tempo di crisi!”. La strategia operativa di Dario Gioria, 53 anni, presidente della Gioria Spa di Lonate Pozzolo e del gruppo merceologico aziende metallurgiche-siderurgiche dell’Unione degli Industriali della provincia di Varese, è estremamente chiara e pure semplice. A patto, ovviamente, che alle parole seguano i fatti.
FAGNANO OLONA – Mamma, imprenditrice, scrittrice: Laura Orsolini, 39 anni, è abituata a fare tante cose e a farle tutte bene. “Il ‘segreto’ si chiama entusiasmo. E’ il motore – dice dagli uffici direzionali della Condor’s Rubber di Fagnano Olona, l’azienda fondata nel 1980 dal padre Fulvio – che spinge una persona a fare ciò che vuole”.
FAGNANO OLONA – Innovare per crescere. Una formula semplice (si fa per dire) e mille volte ripetuta. Eppure una formula che non sempre dà i risultati sperati. Lo sanno bene alla NTT SRL (New Tech Targets) di Fagnano Olona, dove due “giovani imprenditori”, Mario Borri (73 anni) e Adriano Moioli (68 anni), sempre disporsi a mettersi in gioco e alla perenne ricerca di soluzioni nuove, hanno inventato una tecnologia rivoluzionaria nella nicchia specifica della spalmatura.
BUSTO ARSIZIO – L’imprenditorialità bustocca sempre più ai vertici del sistema economico locale e nazionale.
VARESE – Dopo lo tsunami finanziario provocato dalle convulsioni del Dragone Giallo, che ha assestato dei fieri colpi alle timide speranze di ripresa, c’è da domandarsi che cosa ci riserverà l’immediato futuro.
MILANO - Nel Padiglione Zero, l'anticamera di Expo 2015, è possibile ammirare un importante contributo bustocco.
GALLARATE – Manager, imprenditore, designer, giramondo, pittore, esteta e pure filosofo: Giacomo Valentini, classe 1955, è tutto questo e qualcosa di più. Ѐ anche il fondatore di Orobianco Srl, azienda nata nel 1996 specializzata nella realizzazione di borse, valigie e trolley di gran classe.
PARABIAGO – Parafrasando una delle più note composizioni-canzoni del cantautore Fabrizio De André (Via Del Campo) si potrebbe dire che se dai diamanti non nasce niente, dai rifiuti possono nascere i… fiori. A patto, però, che questi vengano raccolti, immagazzinati e trattati secondo criteri operativi improntati alla competenza tecnica e al rispetto dell’ambiente. Esattamente gli stessi che ispirano da oltre cinquant’anni l’attività della Venanzieffe Srl.
VARESE - Sono più di venticinquemila i varesini che lavorano nel Canton Ticino registrati dalla Camera di Commercio alla fine del 2014. Quadruplicato il numero di dirigenti e lavoratori laureati impiegati in Svizzera rispetto agli anni '90.
BODIO LOMNAGO – Il significato delle parole racchiude molto spesso lo spirito e la vocazione di chi le utilizza. Luigi Rinaldi, alla fine degli anni ’60, importava dall’allora Germania Ovest articoli per il disegno tecnico, più esattamente degli affila mine: vale a dire delle piccole “campane” dotate di una ghiera abrasiva che servivano per appuntire le mine da disegno. Strumenti costruiti con una cura e una precisione assolute...
VILLA CORTESE - L’Industria Macchine e Attrezzature Speciali (IMEAS) nasce nel maggio 1966 ad opera di Abramo Termignone e dei fratelli Carnaghi. “Mio nonno di parte materna, classe 1923, era un milanese doc. Il cognome gli deriva dal fatto che la famiglia da cui proveniva era nativa di Termignon, un piccolo paese della Savoia francese”, spiega Francesco Zenere...
CASSANO MAGNAGO – “L’informatica non fa guadagnare, ma apre la mente!”. Dice così, senza tanti preamboli, Gaetano Guttadauro, 56 anni, managing director della Guttadauro Computers & Software Srl di Cassano Magnago.
VILLA CORTESE – È nato negli anni della contestazione, quelli dell’immaginazione al potere. Mauro Colombo, però, classe 1968, all’immaginazione più o meno creativa preferisce un robusto pragmatismo. “Mi definisco un realista”, dice di se stesso, “Se il bicchiere è a metà, dico che è… a metà. L’importante è darsi da fare per riempirlo!”.
MAGNAGO – “Sono nato in concomitanza con la nascita dell’azienda di famiglia. È una ragione in più che mi obbliga a proseguire lungo la strada tracciata da mio padre e dai suoi fratelli…”. Giovanni Luoni, classe 1956, ha gli stessi anni della Elettrotecnica Luoni Busto Arsizio (ELBA) e insieme, è proprio il caso di dirlo, sono cresciuti e sono cambiati nel tempo...
LEGNANO – Una storia di lavoro, impegno e passione. Tanta passione. Ieri come oggi. “Diciamo pure anche… domani!” scandisce con determinazione Giuseppe Colombo, classe 1936, laureato in ingegneria chimica all’Università di Padova (“Una tradizione di famiglia”, specifica), amministratore unico della Fonderia Quaglia & Colombo Srl di Legnano.
MAGNAGO – L’avventura imprenditoriale dei fratelli Giuseppe, Paolo, Pierino e Arturo Giana comincia negli anni del “miracolo economico” italiano e prosegue negli anni fino a quando il sodalizio si scioglie e Giuseppe, classe 1943, nel 1990 con la moglie Carmen fonda la Giuseppe Giana Spa.
SOLBIATE OLONA – Parafrasando il titolo di un classico della storia del cinema, si potrebbe dire: torna a casa, tessile! Dalla delocalizzione forzata (costi esagerati, carenze infrastrutturali, mercati in declino) alla ricollocazione intelligente. È difficile, ma non è impossibile. Soprattutto quanto si è capaci di coniugare la tradizione con il futuro, l’esperienza con l’innovazione. È quello che hanno fatto alla Cibitex Srl di Solbiate Olona.
RESCALDINA – “Sono nato in Italia e sono orgoglioso di essere italiano, ma mi sento un cittadino del mondo”, dice Felice Rossini, 71 anni, presidente della Rossini Spa di Rescaldina: due stabilimenti produttivi in Italia (Rescaldina e L’Aquila), cinque all’estero (Spagna, Romania, Brasile, Stati Uniti, India), oltre ad uffici commerciali in Germania, Francia, Inghilterra e Cina.
SAN GIORGIO su LEGNANO - Due sono le caratteristiche principali del “fare impresa” italiano: la piccola dimensione delle aziende e la loro conduzione familiare. “Noi apparteniamo al 3%… virtuoso!”, dice Aurelio Bertelli, 50 anni, presidente della Legnano Teknoelectric Company Spadi San Giorgio su Legnano, 400 dipendenti (300 in Italia e 100 nella sede di Jebel Ali a Dubai), 160 milioni di euro di fatturato annuo consolidato e una leadership mondiale nella produzione di nuclei magnetici per trasformatori elettrici.
LEGNANO – L’ha detto oltre un secolo fa il signor Henry Ford, uno che se ne intendeva: “C'è vero progresso solo quando i vantaggi di una nuova tecnologia diventano per tutti”. È completamente d’accordo Piero Re Fraschini, classe 1958, al vertice con il fratello Massimo, nato nel 1962, dell’azienda di famiglia fondata dal padre Eligio nel 1946: la Eligio Re Fraschini di Legnano.
BUSTO ARSIZIO – I napoletani… “invadono” Busto Arsizio e la “ristrutturano”. Calma e gesso, stiano pur tranquilli i leghisti doc della prima e dell’ultima ora, si tratta di una… “invasione” del tutto pacifica, anzi, assolutamente benefica. Nel senso che ridarà dignità estetica e residenziale al centro storico di Busto Arsizio...
ROBECCHETTO con INDUNO – Sarebbe sufficiente la produzione di un anno e mezzo per “avvolgere” l’intera circonferenza terrestre. La Candiani Spa di Robecchetto con Induno nell’arco dei dodici mesi è in grado di realizzare 25 milionid i metri di tessuto denim, prevalentemente denim stretch (elasticizzato), per la gioia e la delizia di milioni di donne (e anche degli uomini) che desiderano indossare capi d’abbigliamento eleganti e funzionali nello stesso tempo.
LEGNANO – Un caso raro di “comunicazione aziendale” in netto anticipo sui tempi e con il contributo straordinario delle belle lettere e della pittura. Per la prima, addirittura il “Manifesto tecnico della letteratura futurista” (laddove si inneggia alla “bellezza della velocità”, punto 4) e per la seconda, un quadro dell’ “aeropittore futurista” bustocco Ivanhoe Gambini...
LAINATE - Il 2015 è l’anno di un doppio compleanno particolare: quello dell’Industria chimica ausiliari per pelli (Icap) e quello del suo amministratore unico Antonio Gandolfi. Nel primo caso gli anni sono 70, nel secondo 80. “L’azienda l’ha fondata mio padre Giuseppe...
CASTELLANZA - Capita spesso a chi frequenta gli aeroporti di dover sopportare fra un volo e un altro, per i motivi più vari, attese che si possono protrarre anche per diverse ore. È proprio quello che è successo a Alberto Porzio e Matteo Anthony Destantini, due giovani laureati rispettivamente in scienze politiche e ingegneria gestionale, nel corso di una pausa forzata di oltre otto ore all’aeroporto di Berlino. È così che è nata la camera modulare mobile, core business di Zzzleepandgo Srl.
RESCALDINA – Anni difficili e fecondi, quelli del dopo guerra. “Mio suocero è stato uno dei protagonisti di quel periodo. La sua forza era stata quella di intuire che la produzione di motori elettrici sarebbe stata una delle colonne su cui si sarebbe basata la ricostruzione del Paese. Per dirla in parole povere, quella di Ambrogio Landonio fu una scommessa…”. Così scrive il genero di Ambrogio, Rino Landonio, nella presentazione del libro dedicato ai “primi cinquant’anni” della OEMER Spa di Rescaldina, celebrati nel 1999.
SAN VITTORE OLONA - Piccoli produttori di materiali da stampa informatica che sono però diventati l’azienda numero 1 in Italia e fra le prime dieci in Europa. La piccola industria fondata ventidue anni fa da Franco Ferreri e da sua moglie in quel di San Vittore Olona si chiama Sapi, occupa 50 dipendenti, fattura dai 9 ai 10 milioni di euro l’anno...
DAVERIO - Flessibilità, resistenza, adattabilità e perfino qualcosa di più. Non si tratta della descrizione di un bravo manager o di un’azienda di successo, ma di un prodotto che presuppone sia il primo che la seconda...
MARNATE - L’obiettivo è ambizioso, molto ambizioso: diventare leader mondiale nel settore degli impianti siderurgici e metallurgici. Per raggiungerlo due multinazionali del calibro di Siemens e Mitsubishi Heavy Industries and Partners hanno dato vita ad una joint venture dalla quale è nata Primetals Technologies...
GALLARATE – In tutta Europa ce ne sono sette e in Italia solamente due. Stiamo parlando delle imprese industriali specializzate nella progettazione e costruzione di condensatori elettrolitici di altissima gamma qualitativa e prestazionale. Ovunque ci sia un motore elettrico, semplificando al massimo, c’è bisogno di un condensatore...
INVERUNO – La definizione non sarà da scuola di management però è molto efficace: “Qualunque cosa… gira, ha bisogno dei nostri motori elettrici!”. Chiaro e sintetico. Matteo Colombo, classe 1974, è il responsabile della produzione della FELM Srl di Inveruno, una sigla dal duplice significato: Fabbrica Elettromeccanica Milano oppure Ferdinando Luca Matteo Milano...
LEGNANO - Lo spettro della deflazione si aggira in Europa e l’intera eurozona, divisa fra i rigoristi senza se e senza ma (alla tedesca) e tutti gli altri che chiedono più investimenti e meno vincoli finanziari (all’italiana e non solo), non riesce a risollevarsi e rimane in attesa di una ripresa mille volte auspicata e non ancora trovata. “Mio padre e mio zio, insieme con tutti quelli della loro generazione...
Giacomo Tacchi, 65 anni, presidente della Tacchi Giacomo & Figli Spa di Castano Primo, azienda leader a livello internazionale nella progettazione e costruzione di torni orizzontali di grandi dimensioni e di foratrici per fori profondi, snocciola numeri da primato, soprattutto nel tempo della Grande Crisi...
Una storia di passione e coraggio che ha preso il via nel 1973. “Mia mamma e mio nonno, nella cantina di casa a Carnago, hanno cominciato realizzando pezzi di ricambio per le industrie tessili”. Maurizio Toffoli, 51 anni, racconta il passato della Castiglioni Valves Srl che oggi è diventata una piccola azienda metalmeccanica, con sede ad Albizzate, 20 dipendenti, un fatturato di circa 2,5 milioni di euro all’anno, e la stessa passione e lo stesso coraggio degli esordi, anzi, persino di più.
“Quando le vacche erano grasse, andava tutto bene e si sopportava tutto. Il passato è… passato senza che nessuno dei problemi che ostacolano la voglia di impresa venisse risolto. Adesso, in un momento difficile e complicato che diventa sempre più difficile e complicato ogni giorno che passa, tutti i nodi vengono al pettine. Bisogna cambiare. Basta con la burocrazia che soffoca le aziende. Basta!”. Questo lo sfogo di Elio Maroni, alla guida della PRINCIPE SPA...
Se Karl Marx fosse ancora in vita stringerebbe calorosamente la mano a Massimo Sessa e gli farebbe pure i complimenti. Lasciare l’azienda di famiglia ai dipendenti è qualcosa certamente di sinistra, che più di sinistra non si può. “Per me – replica il diretto interessato, Massimo Sessa, settant’anni quest’anno, in concomitanza con i “primi” 50 di vita produttiva della Isaf Bus Components Srl di Mornago -, non avendo figli, si tratta di puro buon senso. Anche perché, politicamente parlando, sono sempre stato – ci tiene a precisare Sessa – e sono di destra…”
Prende il via nel 1969 l’avventura imprenditoriale dei “magnifici tre”: Besani, Riva e Tresoldi. Una delle tante storie di (stra)ordinaria esperienza umana e professionale che hanno reso il nostro Paese la seconda economia manifatturiera d’Europa.
È dal mese di giugno di quest’anno che la fiducia nel futuro della famiglia Bianchi, che dal 1970 “inscatola” nel legno ogni genere di prodotto industriale, si è riconfermata. La nuovissima sede aziendale, all’interno della zona industriale di Busto Arsizio, si estende per circa 14.000 metri quadri (6.000 dei quali coperti) e include i due vecchi stabilimenti produttivi di Olgiate Olona e Gorla Minore.
Ubaldo Colombo, classe 1957, imprenditore di seconda generazione, alla guida del Gruppo Colmec (la Colombo Meccanica, Colmec, è stata fondata da suo padre Giannino nel 1973). Al suo fianco Giovanni Colombo, classe 1987, laurea in ingegneria meccanica al Politecnico di Milano, entrato nell’azienda di famiglia nel 2011.
Le lunghe zanne e gli affilati artigli della Brutta Bestia, alias Grande Crisi, hanno lacerato e dilaniato il tessuto industriale brutalmente e ripetutamente a partire dal 2008. E continuano a farlo, basta considerare gli ultimissimi dati Istat sull’andamento dell’industria del Belpaese. Qualcuno, però, nel 2009, definito l’annus horribilis per il sistema produttivo nazionale, proprio in quell’anno ha deciso di scommetere sulla propria “fede imprenditoriale”...
CASTELLANZA - Giovedì 18 settembre, l’inaugurazione della nuovissima sede a Castellanza della Concessionaria Renault Paglini è stata l’occasione per ribadire, nei fatti, quanto la passione, il lavoro e l’impegno possano rappresentare gli “strumenti” migliori e più efficaci per fronteggiare e sconfiggere la Grande Crisi. Giorgio Paglini e le sue due figlie Elena e Laura hanno accolto i numerosissimi invitati all’inaugurazione ufficiale del Paglini Renault Store trasmettendo loro dosi massicce di “ottimismo della volontà”, a suggello di cinquant’anni di attività.
“Perché le cose accadano ci vuole un luogo dove la tua storia incontra il tuo futuro”. Sono le parole che si possono leggere sulle pareti del nuovissima sede della concessionaria G & G PAGLINI-RENAULT di Castellanza (inaugurazione ufficiale giovedì prossimo).
SOMMA LOMBARDO – Grande festa a Volandia, il museo del volo, per la presentazione del “romanzo industriale” scritto dal collega Luciano Landoni e dedicato a Vittorio Magni, l’imprenditore che ha fondato la Magni Gyro di Besnate. Una piccola azienda ultra-innovativa e specializzata nella progettazione e realizzazione degli autogiro, vale a dire degli elicotteri in miniatura monoposto e biposto.
Non si tratta di un giochetto post-ferragostano per alleviare il cattivo umore provocato dal mal tempo perdurante; non si tratta di dare i numeri dando fuori da matto. È il valore stimato della cosiddetta “economia illegale”, in Italia. Rimaniamo in fiduciosa attesa delle rilevazioni dell’Istat che indicheranno il valore effettivo dell’economia illegale. Tanto più quest’ultimo sarà elevato e tanto meglio sarà per tutti noi! Mai come in questo caso vale il detto latino: pecunia non olet!
La differenza: il sistema economico della “grande” Germania e certamente più forte, strutturato e meglio servito rispetto a quello della “piccola” Italia. Lo ha rivelato una ricerca dell’Istituto Rheingold che ha coniato l’espressione “generazione Biedermeier” (giovani già vecchi) per identificare il fenomeno sociale.
BUSTO ARSIZIO – La zona industriale di Busto Arsizio è ancora semi deserta, in questa seconda metà di un agosto che più… autunnale di così non potrebbe essere. “Sono un po’ metereopatico – dice l’imprenditore che ci accoglie nella sua azienda chiusa per ferie – e, qualche volta, soprattutto quando il tempo è imbronciato e minaccia pioggia, mi piace gironzolare all’interno dei capannoni della fabbrica accompagnato dai miei pensieri e dalla mia solitudine …”.
NUOVA ZELANDA – Crescita prossima allo zero e disoccupazione stellare. Il rapporto causa-effetto non potrebbe essere più devastante. Soprattutto per i giovani. Vale la pena di ascoltare il parere di una giovane laureata di Castellanza che ha deciso di cercare lavoro, fortuna e tutto il resto dall’altra parte del mondo, più precisamente in Nuova Zelanda. Una storia di straordinario coraggio e di formidabile determinazione.
L’estate sta finendo e con essa anche la residua pazienza degli italiani che lavorano.
LONATE POZZOLO – La passione che si trasforma in business. L’amore romantico per il volo che Giuseppe Blini ha sempre avuto nel cuore e nella mente diventa, nel 1975, una vera e propria “officina aeronautica”.
LEGNANO – Prove tecniche di ripresa? Forse. L’analisi congiunturale elaborata dal Centro Studi di Confindustria Alto Milanese, relativa al 2° trimestre 2013, legittima qualche speranza. Alla fine di giugno di quest’anno il comparto manifatturiero dell’Alto Milanese ha registrato un recupero della produzione industriale rispetto ai primi tre mesi dell’anno, seppure con differenti intensità settoriali e per mercati di sbocco. Soddisfacente la dinamica per il comparto chimico-plastico; in progresso - seppur più contenuto - il settore moda; sostanzialmente invariata l’attività produttiva nelle industrie meccaniche.
VARESE – Il peggio è passato? Difficile dare una risposta definitiva, soprattutto all’interno di un contesto, sia nazionale che internazionale, estremamente fluido e in repentina evoluzione. Rimane però il fatto che dai dati contenuti nell’indagine congiunturale condotta da Union Camere, e riferita al 4° trimestre 2012, emerge un dato incoraggiante: gli imprenditori varesini stanno, pian piano, (ri)acquistando fiducia nel futuro.
VARESE - Ma, allora, questa benedetta (o maledetta?) Cina è solo una minaccia oppure rappresenta un’opportunità per le asfittiche economie dell’Eurozona, quella italiana in particolare?
VARESE - L’allarme rosso, che più rosso non si può, l’ha lanciato la CGIL Lombardia...
Il barometro occupazionale continua a segnare brutto tempo, anzi pessimo. Il tasso di disoccupazione ha raggiunto la vetta dell’11,1%, in termini assoluti significa che i senza lavoro sono ormai un esercito di quasi 3 milioni di persone. Perdurando la stagnazione del mercato interno, i nodi si aggroviglieranno ancora di più e verranno tutti inesorabilmente al pettine prima o poi. Altro dato tutt’altro che confortante è il forte incremento della cassa integrazione in deroga (+35,5% sul 2011) per quella tipologia aziendale, prevalentemente le piccole imprese, che ne era esclusa.
VARESE - La tendenza non è cambiata, anche nell’ultimo trimestre dell’anno la contrazione dei prestiti bancari registrata a fine 2011 - migliorata nei primi mesi del 2012 grazie all’intervento della BCE - si è accentuata, evidenziando così uno scenario in peggioramento.
VARESE - Oltre 13 milioni per il Sistema Varese: è il primo bilancio del nuovo Consiglio Camerale, quello che ha espresso la Giunta guidata dal presidente Renato Scapolan. Con l’approvazione da parte del “parlamentino dell’economia locale” del preventivo 2013, la Camera di Commercio potrà realizzare interventi, servizi e attività a favore del Sistema Varese per un valore di oltre 13 milioni confermando così la sua grande attenzione verso il mondo delle imprese e di tutti gli operatori economici del nostro territorio.
LAINATE - L’innovazione è il chiodo fisso di Alberto Frausin, manager triestino di 55 anni, da poco più di quattro anni managing director della Carlsberg Italia Spa di Lainate: filiale italiana della multinazionale danese produttrice di birra.
RHO-PERO - Gli imprenditori lo dicono e lo ripetono ormai da tempo: meno tasse per favorire la crescita delle imprese manifatturiere.
Le ferie (per chi se le è potute permettere) sono finite e le aziende riaprono; alcune, per la verità, l’hanno già fatto sia pure a ranghi ridotti.
Scriveva qualche secolo fa Carl Von Clausewitz nel suo trattato “Della guerra” (pubblicato postumo nel 1832) che la “guerra è la continuazione della politica con altri mezzi”.
 



JOINTEK
CHIARAVALLI GROUP
NEAR CHIMICA
Mastini biancorossi sconfitti nel big-match
BUSTO ARSIZIO - La Busto Pallanuoto Renault Paglini cede il passo allo Sport Time Osio. Dopo cinq...
Uyba impresa sfiorata: la capolista Conegliano passa al tie-break
BUSTO ARSIZIO - Una coriacea Unet Yamamay lotta fino al tie break contro la capolista Conegliano ...
Cade il Busto 81. Cas pari, Antoniana ok
BUSTO ARSIZIO – Cade, in Eccellenza, il Busto 81, sconfitto dal Lomellina. In Seconda, il Cas Sac...
“Caro Baffo, rimarrai sempre nei nostri cuori”
BUSTO ARSIZIO - L’ultimo saluto al fondatore e patron dei Fioeu daa Stra Balon, Pinuccio Asta, si...
Crescono gli occupati
VARESE – La forza lavoro in provincia di Varese (dati Istat relativi al 2016), vale a dire la som...
Energia per la vita in Kenya
INVERUNO – Il progetto si chiama “Energia per la vita”, ne sono responsabili i docenti e gli stud...

www.informazioneonline.it Tutti i diritti riservati
"l'Inform@zione on line" è un marchio di GMC editore di Marcora Gianluigi & C. s.n.c. via Bellingera 4 - 21052 Busto Arsizio (VA) - Tel. +39 0331 323633 - Fax +39 0331 321300 - P.Iva/C.F. 01198110122
Reg. Tribunale di Busto Arsizio n. 02/2011 del 28.3.2011 - Direttore responsabile: Gianluigi Marcora