TALISMAN
Skip Navigation Links
Prima Pagina
Busto Arsizio
Valle Olona
Circondario
Lettere in Redazione
Skip Navigation Links
Cronaca
Politica e Società
Avvenimenti e Cultura
Imprese e lavoroExpand Imprese e lavoro
Sport
Skip Navigation Links
GMC News
Premio LetterarioExpand Premio Letterario
Skip Navigation Links
Commenta l'articolo
Archivio
Stampa
Cerca su l'Inform@zione:  
Valle Olona
<HR>
OLGIATE OLONA
“Abbiamo perso anche la donazione Faccincani?”
Il Municipio di Olgiate Olona
OLGIATE OLONA – Qualche tempo fa aveva fatto scalpore l’annuncio dell’intenzione del benefattore Lino Faccincani di donare un milione di euro al Comune di Olgiate per il restauro di Villa Gonzaga; questa donazione, però, non si è mai concretizzata, e Giorgio Volpi, al nome del gruppo indipendente, si chiede quali siano le ragioni di questo ritardo.
 
“Molti sono stati gli interventi strutturali e non che hanno interessato la Villa nel corso degli anni – ha sottolineato l’ex Primo cittadino – e, grazie a questi, siamo stati in grado di riaprire almeno una parte della struttura in occasione del centenario dell’Opai, nell’ottobre del 2014.
Grazia alle iniziative che organizzammo in quell’occasione, entrammo in contatto con l’ex opaino Lino Faccincani, che annunciò di aver intenzione di effettuare una donazione di 1 milione di euro per proseguire i lavori di restauro, a condizione che il Comune presentasse un progetto a favore ei bambini e dei giovani da insediare proprio in una parte della Villa.
 
Proprio per favorire la creazione di questo progetto alla fine del 2015, Faccincani ha addirittura anticipato al Comune 100 mila euro, e nel febbraio del 2016 il Sindaco ha annunciato un sopralluogo congiunto con Faccincani per il marzo successivo, al fine di verificare i lavori in corso e il progetto che si intendeva realizzare.
Da allora è trascorso un anno ma nulla di tutto ciò è avvenuto; nessuno ha più parlato dell’argomento ed è per questo che ci chiediamo dove siano finiti i soldi anticipati da Faccincani? Se e come sono stati utilizzati? Scomparsi nelle nebbie e nel silenzio del palazzo?
 
A settembre poi, purtroppo, abbiamo perso Vittorio Lazzarotto; tutti sappiamo che aveva il grande desiderio di contribuire per intervenire sulla Villa, desiderio confermato all’Amministrazione attraverso proposte e incontri.
Ad oggi, però, tra i lasciti di Lazzarotto, non risultano esserci somme destinate alla Villa, e siamo convinti che questo radicale e repentino cambio di posizione sia dovuto al fatto di non aver più trovato, degli interlocutori credibili.
Questo grande benefattore di Olgiate, tanto affezionato agli Olgiatesi, infatti, con quali interlocutori affidabili e preparati, con chi e su quale progetto si poteva confrontare? E quale è stata l’unica azione di questa Amministrazione? Non riflettere sulle proprie mancanze ed effettuare un necessario cambio di rotta, ma incaricare a ottobre un legale per verificare le disposizioni testamentarie del Cavaliere, certificando così la propria colpevole sconfitta.
 
Ad oggi, nel 2017, dopo più di un anno di silenzio imbarazzante a parte dell’Amministrazione, ci sembra legittimo chiedersi se abbiamo perso anche la donazione Faccincani; del resto, visto anche la mancanza di un progetto, di una strategia di intervento, di lavori e di impegni di spesa, ed il silenzio sulla destinazione dei 100 mila euro donati per iniziare a lavorare sulla Villa, la cosa non ci stupirebbe”.

Loretta Girola
pubblicato il: 12/03/2017



Mastini biancorossi sconfitti nel big-match
BUSTO ARSIZIO - La Busto Pallanuoto Renault Paglini cede il passo allo Sport Time Osio. Dopo cinq...
Uyba impresa sfiorata: la capolista Conegliano passa al tie-break
BUSTO ARSIZIO - Una coriacea Unet Yamamay lotta fino al tie break contro la capolista Conegliano ...

www.informazioneonline.it Tutti i diritti riservati
"l'Inform@zione on line" è un marchio di GMC editore di Marcora Gianluigi & C. s.n.c. via Bellingera 4 - 21052 Busto Arsizio (VA) - Tel. +39 0331 323633 - Fax +39 0331 321300 - P.Iva/C.F. 01198110122
Reg. Tribunale di Busto Arsizio n. 02/2011 del 28.3.2011 - Direttore responsabile: Gianluigi Marcora