TALISMAN
Skip Navigation Links
Prima Pagina
Busto Arsizio
Valle Olona
Circondario
Lettere in Redazione
Skip Navigation Links
Cronaca
Politica e SocietÓ
Avvenimenti e Cultura
Imprese e lavoroExpand Imprese e lavoro
Sport
Skip Navigation Links
GMC News
Premio LetterarioExpand Premio Letterario
Skip Navigation Links
Commenta l'articolo
Archivio
Stampa
Cerca su l'Inform@zione:  
Sport
<HR>
GIOVEDI (ORE 17) TEST A CASORATE CONTRO LA SESTESE
Salvatore Asmini a tutto campo: vi racconto la mia Pro Patria

BUSTO ARSIZIO - Salvatore Asmini: un nome, una garanzia.

Pur consapevole delle tante difficoltà cui sarebbe andato incontro rispondendo alla chiamata della Pro Patria, il direttore generale biancoblù dai trascorsi blucerchiati con la Samp ha accettato con coraggio la nuova sfida, rimboccandosi da subito le maniche, dimostrandosi immeditamante risoluto e deciso e mettendoci sempre e comunque la faccia, anche di fronte a scelte apparentemente impopolari.

Un dirigente di calcio esperto che sta cercando, coi suoi preziosi compagni di viaggio, di riportare a Busto quell’organizzazione societaria necessaria e indispensabile per poter rivedere al più presto la Pro Patria nel calcio che conta.

 

E i risultati del precampionato – pur valendo fino ad un certo punto – gli stanno già dando ragione...  

I risultati - specie in una piazza come Busto, reduce da annate difficili – sono sempre importanti, perché danno fiducia all’ambiente e anche alla squadra, permettendo al gruppo di lavorare bene verso quell’obiettivo che non voglio scaramanticamente pronunciare ma che tutti noi ben conosciamo. Detto ciò, le vittorie conseguite nel precampionato non ci devono assolutamente illudere: la serie D è una categoria ricca di insidie e noi ci stiamo attrezzando per farci trovare pronti e all’altezza”.

 

Eppure la squadra, aldilà di segnali confortanti, ha anche palesato la necessità di ulteriori rinforzi sul mercato per recitare da subito una parte da protagonista…

A livello dirigenziale abbiamo le idee chiare e lavoriamo in completa sintonia, ognuno nel rispetto ovviamente dei propri ruoli: pertanto vi posso assicurare che Turotti sa bene dove, come e quando intervenire”.

 

I segnali incoraggianti – dicevamo – in questo precampionato non sono mancati…

Finora ho apprezzato soprattutto la disponibilità con cui i giocatori si sono messi a disposizione del mister. In particolare mi sembra doveroso rimarcare anche il ruolo svolto dal capitano in questa fase: con esempi concreti di professionalità, Santana, sempre in testa a tirare il gruppo durante gli allenamenti, sta aiutando i ragazzi a crescere e ad inserirsi. Un vero esempio”.

 

Una Pro Patria non soltanto argentina, con capitan Santana e Garbini, ma sempre più internazionale, con svedesi e croati...

Non volendo parlare di singoli, intervengo solo per dire che per giocatori provenienti da fuori Italia, come nel caso di Santic e Andreasson, bisognerà ovviamente avere un po’ più di pazienza, per consentire loro di ambientarsi in un nuovo Paese (i traduttori sul campo sono Gionta e Pedone) e in un nuovo tipo di calcio”.

 

Per ritornare appunto al calcio: la Pro Patria è stata inserita in un girone senza derby...

Capisco il fascino che i derby esercitano da sempre sui tifosi, così come del resto su giocatori e dirigenti, ma so anche bene quanto queste partite possano influire, nel bene e nel male, sul lavoro, sul morale e sull'ambiente. Pertanto non giudico la scelta, ma mi limito a prenderne semplicemente atto, senza ovviamente ritenere la Pro Patria avvantaggiata per essere stata inserita nel girone B: fra Monza, Seregno, Virtus Bergamo, Lecco, Pergolettese, e qualche inevitabile sorpresa, avremo le nostre belle gatte da pelare”.

 

A proposito Virtus Bergamo: un debutto subito probante...

E’ vero che le squadre prima o poi vanno incontrate tutte, ma è fuor dubbio che il nostro inizio, fra Virtus Bergamo, Lecco e alla quarta il Monza, sarà sicuramente tosto. Ci servirà per abituarci in fretta alla categoria

 

Dulcis in fundo, si fa per dire, il settore giovanile...

Quando ho accettato la proposta di Patrizia Testa sapevo che sarei andato incontro a tante difficoltà, ma la realtà è stata più dura di quanto potessi mai pensare. Siamo davvero partiti dalle macerie, ma grazie anche a Scapini stiamo facendo di tutto per ricostruire, poco alla volta, passo dopo passo, un vivaio degno del nome della Pro Patria. Anche perché nelle mie idee, oltre chiaramente ad una capillare e professionale riorganizzazione societaria, già in corso e alla base di ogni successo sportivo, il settore giovanile della Pro Patria dovrà davvero il punto di riferimento delle società della zona (e non solo), riuscendo davvero ad essere un serbatoio di giovani per la prima squadra”.



Mattia Brazzelli Lualdi
pubblicato il: 17/08/2016



Mastini biancorossi sconfitti nel big-match
BUSTO ARSIZIO - La Busto Pallanuoto Renault Paglini cede il passo allo Sport Time Osio. Dopo cinq...
Uyba impresa sfiorata: la capolista Conegliano passa al tie-break
BUSTO ARSIZIO - Una coriacea Unet Yamamay lotta fino al tie break contro la capolista Conegliano ...

www.informazioneonline.it Tutti i diritti riservati
"l'Inform@zione on line" Ŕ un marchio di GMC editore di Marcora Gianluigi & C. s.n.c. via Bellingera 4 - 21052 Busto Arsizio (VA) - Tel. +39 0331 323633 - Fax +39 0331 321300 - P.Iva/C.F. 01198110122
Reg. Tribunale di Busto Arsizio n. 02/2011 del 28.3.2011 - Direttore responsabile: Gianluigi Marcora